Il teatro d’autore fa la differenza… anche in Africa!

Il 14 aprile scorso Dario Fo andava in scena al Teatro degli Arcimboldi di Milano con uno Lu Santo Jullàre Francesco, spettacolo dedicato alla vita e agli insegnamenti di San Francesco. 2.500 le persone presenti e il pubblico incantato dalla maestria giullaresca del premio Nobel.

 

Per Slow Food l’evento è stato un doppio successo: oltre alla buona riuscita dello spettacolo realizzato con la collaborazione del suo Presidente Carlo Petrini, infatti, Dario Fo ha confermato il finanziamento al progetto 10.000 orti in Africa. L’incasso della serata – diritti d’autore compresi – infatti è stato interamente devoluto a Slow Food per l’avvio di 21 nuovi orti in Africa!

 

I primi tre orti sono già stati identificati in Costa d’Avorio. Sono l’orto comunitario di Farakoro, l’orto comunitario di Natio (entrambi nella regione arida delle Savanes, a nord del paese) e l’orto scolastico di Vridi Chapelle (nel sud del paese, nel dipartimento della capitale Abidjan). Negli orti – gestiti da un gruppo di donne e dai ragazzi della scuola – si coltivano principalmente verdure (tiorhon, una sorta di romice, e dah, un tipo di ibisco, pomodori, melanzane, zucchini, carote e cipolle).

 

«Un orto è l’inizio di diecimila», spiega Dario Fo. «Ma noi vogliamo che siano molti di più: almeno un milione. E tutti ben coltivati. Per questo ho scelto di sostenere il progetto di Slow Food».

 

Aiutaci anche tu, anche un piccolo contributo può fare molto!
Scopri come su www.slowfood.it/donate

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna all'archivio