Salvare una razza è possibile anche attraverso la nostra dieta quotidiana. Se continuiamo a consumare carne e prodotti animali provenienti dagli allevamenti industriali, le migliaia di altre razze ancora esistenti non avranno più ragione di esistere.

Quindi:

  • scegli specie e razze diverse. In Europa si consumano prevalentemente suini e pollame; negli Stati Uniti bovini; in oriente avicoli… Se la domanda dei consumatori si concentra sulle stesse tipologie, solo una produzione di tipo intensivo potrà accontentarli. Variare la scelta significa allentare la pressione su determinati tipi di animali. Quando acquisti la carne – dal tuo macellaio di fiducia o direttamente in azienda – chiedi informazioni anche sulla razza e, se possibile, privilegia l’acquisto di carne proveniente da razze locali.
  • privilegia le produzioni locali e le carni provenienti da consorzi, associazioni o aziende con disciplinari rigorosi su alimentazione e benessere animale, nonché commercializzate con informazioni chiare sulla tracciabilità del prodotto.
  • leggi bene le etichette che possono fornire informazioni utili sul tipo di carne che stai mangiando. L’etichetta narrante dei Presìdi Slow Food, ad esempio, dà molte informazioni utili sulle caratteristiche della razza, su dove e come viene allevata, sulla sua alimentazione e sulla macellazione. Se non hai tempo per leggere, almeno informati dal tuo macellaio sulla specie di animale che stai acquistando.
  • consuma meno carne ma di migliore qualità. Se eviti la carne proveniente dagli allevamenti intensivi e se scegli carne prodotta secondo standard elevati di benessere animale, avrai già fatto tantissimo. E aumenta i consumi di legumi e vegetali.
  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • YesNo