Come il caffè ha plasmato la Colombia

Di Maria Jose Parra

Per molti decenni, la Colombia ha avuto una forte reputazione per il suo caffè monorigine. Ha terreni adatti per produrre uno dei più ricercati Arabica dolci del mondo. Rappresenta un prodotto cruciale per l’economia nazionale che costituisce circa il 15% del PIL agricolo, con più di 500.000 famiglie che dipendono dal caffè.

Ma qual è il motivo per cui un prodotto agricolo raggiunge una rilevanza tale per il paese come nessun altro? Esploriamo alcune ragioni.

Il caffè è arrivato in Colombia nel XVIII secolo, ma il suo sfruttamento commerciale è iniziato nel 1830, grazie al sacerdote Francisco Romero, che ha promosso la coltivazione di questa coltura in piccole fattorie familiari e giardini. Da lì, le migrazioni all’interno del paese portarono il caffè in altre regioni. Nel XX secolo, la regione di Viejo Caldas (attualmente parte del triangolo del caffè) divenne il più grande esportatore di caffè del paese.

Oggi, la produzione è diffusa, e ogni regione offre condizioni di coltivazione particolari che danno caratteristiche specifiche. Un numero elevato di agricoltori artigianali sono coinvolti nel caffè, sostenendo che è più adatto alla piccola scala, meno costoso e richiede meno lavoro.

Anche se la produzione di caffè sta attualmente affrontando molte sfide, come la minore redditività del raccolto, la pandemia di Covid-19, le proteste civili nel 2020, l’aumento del costo dei fertilizzanti che non permette agli agricoltori di trarre profitto dall’attuale prezzo C, il caffè è ancora una delle principali esportazioni nazionali

Quindi, cosa significa il caffè per la Colombia?

Il caffè definisce un’identità nazionale

La maggior parte dei colombiani si sente identificata con il caffè, indipendentemente dal fatto che lo bevano o meno. Il claim “100% caffè colombiano” è diventato un indicatore di qualità e il precursore della creazione della denominazione d’origine Café de Colombia. Ha anche contribuito a promuovere l’idea di “caffè monorigine” come la conosciamo oggi. 

Tutti abbiamo sentito parlare a un certo punto dell’ iconico personaggio, Juan Valdez, che è diventato una delle campagne di marketing più leggendarie del XX secolo, rendendo il marchio popolare tra i consumatori statunitensi, al di sopra di marchi come Nike e Woolmark.

Inoltre, per la sua storia e la sua influenza sullo sviluppo della Colombia moderna, il caffè è un elemento che definisce il carattere e l’identità delle diverse regioni del paese.

La storia e l’influenza sullo sviluppo della Colombia moderna, hanno fatto del caffè un prodotto che definisce il carattere e l’identità delle diverse regioni del paese.

Nonostante questo, è stato detto che i colombiani, che sono orgogliosi del loro caffè, non bevono un prodotto premium, dato che i caffè di qualità superiore sono stati esportati. Anche se questo sta lentamente cambiando e alcuni dei migliori caffè sono disponibili localmente, c’è una barriera educativa e di accessibilità.

L’influenza politica ed economica del caffè

Il settore del caffè ha una forte rappresentanza nel paese. Attraverso la Federazione Nazionale dei Coltivatori di Caffè (FNC) – un’istituzione creata negli anni ’30 per regolare il mercato – i rappresentanti regionali partecipano sempre alle decisioni politiche che riguardano le politiche agricole, sociali ed economiche. Vale la pena menzionare che anche se la FNC ha legami con il governo, è una ONG.

Durante i tempi della bonanza, ovvero quando il caffè faceva guadagnare al paese una grande quantità di caffè durante la metà del XX secolo, i profitti delle esportazioni di caffè hanno favorito l’economia nazionale. Inoltre, i rappresentanti di questo settore sono stati designati in posizioni politiche di rilievo per molti anni.

Il settore ha fondato molte istituzioni di grande rilevanza per il paese: Negli anni ’40 fu creata la Flotta Mercante Gran Colombiana, una compagnia di trasporto nazionale per favorire le esportazioni e porre fine alla dipendenza dalle compagnie di trasporto internazionali. 

Inoltre, furono istituite due banche per rispondere ai bisogni dei produttori di caffè, una compagnia aerea; una compagnia di assicurazioni e altre imprese che avrebbero portato prosperità. Con il tempo, queste aziende hanno affrontato difficoltà finanziarie e non esistono più.

Influenza sulla società

Al giorno d’oggi, i prezzi del caffè appaiono quotidianamente sui media nazionali, insieme ad altri indicatori finanziari, dato che un alto numero di colombiani, specialmente nelle città rurali hanno avuto una relazione con il caffè. Questo è il risultato del modello di produzione su piccola scala, che durante i migliori anni di produzione ha fatto uscire molte famiglie dalla povertà e ha contribuito alla generazione di posti di lavoro, e ha stabilito una classe media con un maggiore potere d’acquisto.

Uno studio ha rivelato che la campagna di Juan Valdez ha influenzato il premio di qualità che il caffè lavato colombiano riceve oltre al prezzo di borsa, poiché è stata una strategia di differenziazione che ha favorito la domanda nel mercato internazionale. Tuttavia, qualcuno potrebbe dire che tale campagna potrebbe non essere più così efficace tra le giovani generazioni.

L’industria del caffè si è evoluta secondo i valori del consumatore moderno. La nuova narrazione ha bisogno di prendere in considerazione valori come il ruolo delle donne, la sostenibilità, un prezzo equo per i produttori e le richieste di qualità del prodotto ogni volta più alte.

Alcuni potrebbero sostenere che i paesi consumatori hanno ancora bisogno di sviluppare un apprezzamento per i caffè ad alto punteggio o i caffè con metodi di lavorazione alternativi al processo di lavaggio che saranno più redditizi per i coltivatori perché non vengono commercializzati nel mercato C. Tuttavia, questo sta lentamente cambiando, poiché i paesi produttori stanno spingendo campagne nazionali di educazione dei consumatori, dove la Colombia è un pioniere.

Iniziative come Toma Café hanno aumentato  il consumo interno del 33% tra il 2009 e il 2015, la FNC ha lanciato un sito di e-commerce per promuovere il consumo di caffè di tutte le regioni produttrici. Inoltre, i torrefattori locali stanno sviluppando eventi educativi pubblici, conducendo campagne sui social media e vendendo il loro prodotto ai consumatori locali.

Oltre ai suoi paesaggi e alla diversità delle sue regioni, molti visitano la Colombia per il suo caffè. Non solo per provare la bevanda in sé, ma il movimento del caffè speciale ha anche promosso il turismo agricolo. Questo è un modo di diversificazione del reddito per i coltivatori di caffè ed è anche una grande opportunità per promuovere l’educazione dei consumatori a livello nazionale e internazionale.

Iniziative per migliorare il settore

Anche se la FNC può avere i suoi detrattori a causa delle sue politiche e di alcune leggi sull’esportazione che colpiscono i piccoli coltivatori di caffè, ha creato un modello di protezione per l’industria nazionale del caffè che altri paesi produttori hanno replicato negli anni. Inoltre, molte aziende locali e commercianti internazionali hanno seguito questi passi con iniziative che mirano a rafforzare diverse aree per migliorare la qualità del caffè nazionale in generale:

Educazione dei produttori alle pratiche agricole e alla qualità

  • Benessere dei produttori: sussidi per gli input agricoli, miglioramento dell’accesso all’istruzione formale per i bambini e servizi sanitari per le comunità di produttori di caffè.
  • Garanzia di acquisto: Tutti i coltivatori possono avere la garanzia che il loro caffè sarà acquistato dalla FNC.
  • Regolamentazione dei prezzi: Il prezzo minimo nazionale locale per il caffè commerciale è regolato rispetto al prezzo di borsa.
  • Ricerca: La FNC ha fondato un’istituzione dedicata alla ricerca sul caffè e dà sovvenzioni alle università locali per lo stesso scopo.

È noto che il costo della produzione del caffè non è sufficiente per coprire i costi della manodopera, investire nelle fattorie e sostenere le famiglie dei produttori. Il periodo del raccolto contribuisce significativamente all’aumento del costo del lavoro. I raccoglitori di caffè non hanno sicurezza e stabilità del lavoro. Tuttavia, la Colombia sta pilotando un progetto per regolarizzare il lavoro in questa fase cruciale della catena di approvvigionamento ed educare i raccoglitori di caffè. Se avrà successo, questo modello potrebbe essere replicato anche da altri paesi.

La Colombia è diventata uno dei paesi produttori di caffè più riconosciuti e con una grande influenza nell’industria globale del caffè, non solo grazie a molte campagne di sensibilizzazione ma anche per la qualità dei chicchi di Arabica prodotti nel paese e il loro ruolo nella società. Anche se c’è ancora molta strada da fare per raggiungere un’industria più giusta ed equa, è un esempio per altri paesi sulle pratiche che beneficiano tutti gli attori della catena di approvvigionamento.

Scopri di più sulla Slow Food Coffee Coalition

Torna all'archivio