Vitigno Charbono della California

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

L’uva Charbono ha una storia molto movimentata, non diversa da quella di un immigrato che entra negli Stati Uniti attraverso le Ellis Island: il suo nome è cambiato e la sua storia risulta molto confusa. Si pensa che gli immigranti italiani abbiano portato l’uva Charbono negli Stati Uniti alla fine dell’Ottocento con lo pseudonimo di Barbera. In modo simile, negli anni Trenta è stato scambiato con il Pinot nero ed erroneamente mescolato dalla cantina Parducci.

Infine, alla fine degli anni Trenta il Dr. Harold Olmo, un genetista dell’UC Davis, fece chiarezza, stabilendo che la Barbera era in realtà il Charbono. Recentemente, il professor Carole Meredith dell’UC Davis, ha determinato, attraverso il test del DNA, che il vitigno Charbono della California è equivalente alla varietà francese Corbeau, spesso associata alla regione francese della Savoia.

In California, il vitigno è spesso utilizzato per fare un vino monovitigno. Molti dei vitigni Charbono sono molto antichi e producono un vino setoso, porpora scuro, moderatamente acido e di media corporatura. I vini hanno spesso un aroma fruttato di prugna e frutti neri e un sapore con note che vanno dalla pelle al catrame con l’invecchiamento. Il vino è generalmente consumato dopo un invecchiamento tra i 10 e i 20 anni; è meglio se abbinato ad un pasto perché sa intensificare e amalgamarsi bene con il sapore dei cibi, dalla carne alla frutta secca
.
È raro trovare il vino Charbono nei negozi o nei ristoranti, così come ci sono solo 65 ettari di questo vitigno negli Stati Uniti. Molti dei vitigni più antichi (più di 70 anni) in California hanno sviluppato malattie virali e devono quindi essere sostituiti da vitigni giovani su nuovi cloni e portainnesti per continuare la produzione di questa varietà.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneStati Uniti
Regione

California

Altre informazioni

Categorie

Vino e vitigni