Vino di palma

Torna all'archivio >

Il vino di palma di Panama si ricava dalla linfa estratta dalla palma Attalea butyracea. La palma viene incisa e la parte centrale del fusto viene lasciata scolare. Il liquido biancastro così ottenuto, dolce e fresco il primo giorno, viene conservato in bottiglie. La palma viene abbattuta e sul fianco, accanto a quella che era stata la corona, viene praticato un incavo. Per circa dici giorni la linfa continua a salire, tanto che l’incavo deve venire svuotato due volte al giorno. La linfa contiene lieviti naturali, e quindi inizia a fermentare subito, spontaneamente. Nel giro di 24 il processo di fermentazione inizia a dare luogo a vino di palma. Il vino si può travasare in altri contenitori, ma si può anche recidere una canna e usarla come cannuccia per assaporare il vino di palma direttamente sul sito di produzione.   Il vino di palma è un prodotto tipico di Panama. In passato veniva spesso bevuto dagli operai e dagli agricoltori in occasioni festive. Un tempo lo si produceva in tutta Panama, ma la quantità, al giorno d’oggi, si è drasticamente ridotta. Alcune famiglie continuano a produrne per uso personale. Salvo eccezioni il vino di palma si trova in vendita soltanto nei centri più piccoli. Una delle ragioni di questa rarefazione è il fatto che molti non sanno più della sua esistenza e che le generazioni più giovani stanno perdendo l’abitudine di produrne.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • Yes   No
Torna all'archivio >

Territorio

NazionePanama

Altre informazioni

Categorie

Bevande distillate e fermentate