Valenciana de Chulilla

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

La Gallina Valenciana è di piuma bianca o bionda, con cresta grande e semplice e zampe gialle; le guance sono rosse, gli orecchioni perfettamente bianchi e i bargigli di piccole dimensioni. Nelle pubblicazioni di inizio Novecento, non si fa riferimento alla zona della comarca di Los Serranos, da dove proviene questa razza. Si citano concorsi ovaioli ai quali partecipavano fattorie principalmente provenienti dal territorio di L’Horta de Valencia e da tutti i comuni vicini alla capitale. Secondo quanto afferma la rivista España Avícola (1917-1930), nell’Esposizione Nazionale di Avicoltura tenutasi nel maggio del 1917 a Valencia, si parla della “gallina di razza Valencia bianca o nera”. Per l’alimentazione di questa gallina si utilizzano anche resti di materia organica proveniente dalle abitazioni dei produttori e dei loro vicini, esclusivamente di origine ecologica certificata, dato che all’Università Politecnica di Valencia è stato studiato un mangime equilibrato e molto specifico per questa gallina per garantire l’immediato recupero della razza. Cova circa 165 uova all’anno. La carne non è troppo fibrosa, ha una consistenza piacevole in bocca ed è quasi totalmente priva di grassi. Il peso ideale per la macellazione è di circa 750gr. Il becco è forte, lungo e curvo di colore nero con variazioni color marmo. I bargigli nei maschi sono lunghi e ovali di colore rosso vivace; nelle femmine rossi, arrotondati e piccoli. Il petto è nero e poco sviluppato; sono animali muscolosi con piumaggio nero e riflessi metallici.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneSpagna
Regione

Comunidad Valenciana

Altre informazioni

Categorie

Razze animali e allevamento