Tola

Torna all'archivio >

La tola (Beilshmielda manni) si trova nella foresta pluviale di Sierra Leone, Guinea Bissau e Liberia, ma mentre in questi ultimi due paesi è nota perlopiù per il legno, in Sierra Leone esistono molte ricette tradizionali realizzate con i fiori, le foglie e soprattutto i semi di questa pianta.
Si tratta di un piccolo albero sempreverde la cui altezza può arrivare ai 10 metri, che si trova nel sottobosco nella foresta pluviale, in zone paludose, spesso sulle sponde dei fiumi. La corteccia ha colore grigio-marrone o bruno, le foglie sono lanceolate. I germogli emanano un odore intenso, simile a quello del cedro (per questo è nota anche come spicy cedar). Il frutto è una bacca che ha pelle sottile che volge al rosso a maturazione e un seme al suo interno. Fiorisce da gennaio ad aprile e fruttifica da ottobre a dicembre.
La tola rappresenta per le comunità locali una fonte economica preziosa, in particolare per il legno (nomi commerciali: kanda, kanda rosa), impiegato (spesso come sostituto del mogano) per realizzare infissi, mobili, pavimenti, canoe, ecc.
I semi essiccati, e la farina che se ne ottiene, sono ricchi in carboidrati, calcio e fosforo. La corteccia, usata anche in particolari preparazioni alimentari e medicamentose, contiene tracce di alcaloidi, mentre le foglie sono ricche di flavonoidi.
Le foglie sono molte profumate: pestate e immerse in acqua per alcuni giorni, si trasformano in una bevanda molto apprezzata. I fiori sono usati come spezie per il riso e diversi altri cibi. Il frutto è ingrediente di numerose salse. I semi sono tostati, macinati e usati come condimento di minestre, riso, verdure. Dal seme si estrae inoltre un olio commestibile.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • YesNo
Torna all'archivio >

Territorio

NazioneGuinea Bissau
Regione

Gabú

Altre informazioni

Categorie

Spezie, erbe selvatiche e condimenti