Gadianga di Tambacounda

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

In passato conosciuto in tutta l’Africa occidentale e originario del Mali, il gadianga (Vigna subterranea) detto anche pisello bambara, pisello di terra, è una leguminosa selvatica di piccole dimensioni che oggi è poco conosciuta e coltivata soprattutto in Senegal. I frutti, infatti, sono molto simili a quelli di arachide che, introdotti dai coloni, hanno quasi sostituito del tutto i legumi locali.

Chiamato anche voandzou e appartenente alla famiglia delle Fabaceae, oggi poche persone ricordano l’esistenza di questo prodotto dal sapore eccellente, dalle elevate proprietà nutritive e dall’interessante resistenza alle malattie e alle alte temperature. Principalmente coltivata nella regione di Tambacounda, nel Senegal orientale, la pianta ha foglie trifogliate, ellittiche e allungate. I frutti sono raccolti a terra, manualmente. La loro composizione è intermedia tra i legumi da olio (come la soia) e i legumi amidacei (ad esempio i fagioli).

In passato il gadianga era utilizzato soprattutto dai pastori nomadi come alimento per il viaggio. Oggi è consumato come snack, bollito con il guscio o cotto alla griglia, in sostituzione agli arachidi. È anche usato tradizionalmente come aperitivo durante le cerimonie o come antipasto durante le feste in famiglia.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneSenegal
Regione

Tambacounda

Altre informazioni

Categorie

Legumi

Comunità indigena:Sérére
Segnalato da:Emilie Zita Ndour