Štruklji tradizionale

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

Lo struklji sloveno è un dolce tradizionale preparato unendo diversi ingredienti in un rotolo di pasta che poi può essere fritto nel burro e nelle uova oppure cotto al forno.
La preparazione si presente sotto forma di un rotolo, simile allo strudel, che dopo essere cotto viene tagliato e servito come se si trattasse di biscotti. La prima documentazione che attesta questo dolce risale al 1589 e la ricetta trascritta da parla di come farcire l’impasto della pasta con diversi ingredienti, tra cui il dragoncello. Diventò così un dolce riservato soprattutto agli ambienti urbani ma presto si diffonde anche nelle zone rurali dove comincia a subire le prime trasformazioni che oggi lo caratterizzano.
Gli ingredienti ancora oggi utilizzati nella preparazione artigianale sono caratteristici delle zone rurali e montane della Slovenia. La pasta viene realizzata dalla lavorazione della farina di grano saraceno assieme a uova, olio di semi e sale. Tutti gli ingredienti venivano impastati e poi la pasta una volta stesa farcita e infine arrotolata. Il ripienosi soprattutto composto da frutta (mele oppure frutti di bosco) mischiata insieme a della crema di formaggio. Dopo la cottura, questo dolce viene tagliato a fette e si formano così una sorta di biscotto.
Questa produzione artigianale sta scomparendo a causa dell’esistenza di una variante commerciale realizzata da diverse aziende dolciarie che ne hanno modificato l’aspetto e gli ingredienti: non si usa il grano saraceno ma la farina di grano normale ed è consumato come uno strudel e non come biscotti.
E’ un dolce per le festività e le occasioni speciali

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneSlovenia
Regione

Alta Carniola

Altre informazioni

Categorie

Dolci

Segnalato da:Anita Mavric