Sedano di Gesualdo

Torna all'archivio >

Accio di Gasualdo

Chiamato accio in dialetto, il sedano di Gesualdo è una varietà locale che si coltiva nei pressi dell’omonimo paesino dell’entroterra campano. Questo territorio è particolarmente ricco di acqua e terreni fertili, facendone una zona particolarmente dedita all’agricoltura. Infatti, gli abitanti di Gesualdo sono conosciuti nel resto della regione come i menestrari, ovvero i verdurai.

Grazie alla costante esposizione al sole, questa varietà di sedano presenta delle coste di un verde particolarmente acceso. Anche il ciuffo è verde mentre il gambo risulta più chiaro, quasi bianco. Questo è pieno, tondeggiante e con un diametro che varia tra i 3 ed i 6 centimetri, più piccolo quindi rispetto al sedano maggiormente diffuso.
L’accio di Gesualdo si semina a metà gennaio e, dopo circa 3 settimane i primi germogli cominciano a spuntare. Verso la fine di aprile le piantine vengono trapiantate in pieno campo e si raccoglie tra giugno e luglio; dopo la raccolta le piante migliori vengono selezionate e lasciate sui campi fino alla spigatura, così da garantire la semina per la stagione successiva. Una volta raccolto è usanza comune lavare il sedano nelle conche di marmo in modo tale che l’acqua fresca mantenga il colore verde. Si tratta di una pianta rustica e vigorosa, che difficilmente viene attaccata da funghi e parassiti.
Il gusto è particolarmente dolce, motivo per cui si apprezza molto in pinzimonio o insalata, assieme ai fagioli ad esempio. In passato si usa soprattutto per decotti e tisane data le proprietà diuretiche e depurative.

Fino ad una quarantina di anni fa nel comune di Gesualdo si contavano una cinquantina di famiglie dedite alla coltivazione di ortaggi da vendere nei mercati rionali e in alcuni paesi limitrofi. Oggi il numero di famiglie si è ridotto ad un numero ristretto di agricoltori che ne continuano la produzione.

L’attività di ricerca necessaria a segnalare questo prodotto nel catalogo online dell’Arca del Gusto è stata finanziata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Direzione Generale del Terzo Settore e della Responsabilità Sociale delle Imprese  – avviso n° 1/2018 “Slow Food in azione: le comunità protagoniste del cambiamento”, ai sensi dell’articolo 72 del codice del Terzo Settore, di cui al decreto legislativo n 117/2017

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • YesNo
Torna all'archivio >

Territorio

NazioneItalia
Regione

Campania

Area di produzione:Gesualdo (provincia di Avellino)

Altre informazioni

Categorie

Ortaggi e conserve vegetali

Segnalato da:Angelo Lo Conte