Sciroppo di canna tradizionale

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

Nel 1910, nel tentativo di salvare il suo raccolto congelato di canna da zucchero, Mr. C. S. Steen, della Louisiana del sud, cominciò a raccogliere il succo della canna da zucchero per creare lo sciroppo. Lo sciroppo di canna è uno sciroppo aromatico perfetto da versare sui biscotti o sui pancakes caldi. Viene usato anche come dolcificante per i cibi cotti al forno, come glassa per la carne o come aromatizzante per i fagioli. Non soltanto il prodotto finale dello sciroppo di canna è una tradizione alimentare tipica del sud, ma lo è anche il suo metodo di produzione. Originariamente, per creare lo sciroppo di canna, Mr. Steen sbucciava i lati della canna, mostrando la polpa succosa e zuccherosa. La canna veniva poi portata a un mulino apposito, dove il succo di canna veniva estratto attraverso grandi rulli trainati da animali e scaldato a fuoco lento. Attraverso la bollitura di 7-10 galloni (26-38 litri) di succo grezzo si otteneva un gallone (3,8 litri) di sciroppo. Oggi, questo lungo processo è meccanizzato con degli attrezzi che tagliano la canna da zucchero, tolgono le foglie e caricano tutto su carretti che portano le canne in una fabbrica dove il succo viene bollito e trasformato in sciroppo. Tradizionalmente, nel sud degli Stati Uniti il succo di canna aveva molti usi diversi oltre a quello dello sciroppo. Infatti il succo, ricco di zucchero, veniva fermentato e trasformato in birra o addirittura usato per la preparazione di caramelle dure, che le famiglie povere usavano in cucina. Purtroppo, questa ricca tradizione alimentare è in pericolo: oggigiorno, vi è rimasto un solo produttore di sciroppo di canna tradizionale.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneStati Uniti
Regione

Louisiana

Altre informazioni

Categorie

Ortaggi e conserve vegetali