Sarsaparilla nativa

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

La sarsaparilla nativa australiana (Smilax glyciphylla) è un rampicante che si sviluppa nelle foreste pluviali, in particolare sulla fascia litoranea. Le foglie sono di un verde brillante che volge al nero con la maturazione a inizio inverno. Può crescere in zone scarsamente o per nulla ombreggiate, ma predilige i suoli umidi. Foglie e bacche tradizionalmente venivano usate dagli indigeni nella preparazione di tè ed infusi terapeutici per rinforzare il sistema immunitario e combattere l’influenza. È stato documentato che anche i primi colonizzatori usavano la sarsaparilla in infuso per curare lo scorbuto, la tosse e dolori al torace; il commercio della pianta, usata dagli erboristi di Sidney, è stato praticato fino alla fine del XIX secolo.
I frutti maturi sono usati per la fertilità (sia maschile che femminile) e la masticazione delle foglie aiuta a prevenire la disidratazione. Studi recenti evidenziano che Smilax glyciphylla è ricca di antiossidanti, e dalla somministrazione controllata, condotta presso l’ospedale di Shoalhaven, risulta che Smilax è anche una valida alternativa all’insulina nei soggetti diabetici.
Negli ultimi decenni si sono persi numerosi esemplari di sarsaparilla nativa a causa della distruzione del suo habitat e dei processi di deforestazione e urbanizzazione.
Le foglie di sarsaparilla vengono consumate come spuntino. Il loro sapore è marcatamente dolce ed è preferibile mangiare solo quelle giovani. Si usano anche per preparare tè ed infusi. Una volta mature, sono commestibili anche le bacche.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneAustralia
Regione

New South Wales

Altre informazioni

Categorie

Spezie, erbe selvatiche e condimenti

Comunità indigena:Popolo Budawang (gruppo linguistico Durgha)
Segnalato da:Noel Butler & Slow Food Shoalhaven committee