Saragolla

Torna all'archivio >

Il cereale Saragolla è una varietà di grano duro a ciclo precoce con un potenziale produttivo eccezionalmente elevato e stabile. È l’antenato dei moderni grani duri. La pianta è costituita da culmo alto con una spiga lunga aristata. La Saragolla è una varietà dotata di ottima resistenza alle principali fitopatie e all’allettamento. La semina si effettua in autunno e la raccolta in luglio-agosto. Si presta molto bene alla coltivazione biologica.
La storia racconta che il grano inizialmente classificato come Triticum polonicum, originariamente conosciuto come Kamut, è stato più recentemente identificato come Triticum turgidum ssp. durum ed inserito tra i cereali minori.

La granella fornisce semole dalle caratteristiche qualitative pregiate, con alto contenuto in proteine (dal 20 al 40% in più delle varietà moderne) e percentuali più elevate di amminoacidi, vitamine, minerali (tra i quali il selenio e la beta carotene, entrambi eccellenti antiossidanti) e minore contenuto di glutine (ma non ne è privo e pertanto non è adatto ai celiaci). La struttura semplice del suo glutine, mai ibridato, lo rende organoletticamente digeribile da farne una materia prima eccezionale per la produzione di pasta.
Il cereale Saragolla è stata sostituita nel tempo da altri grani più produttivi tale da renderlo sconosciuto e quasi estinto.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • YesNo
Torna all'archivio >

Territorio

NazioneItalia
Regione

Abruzzo

Campania

Area di produzione:Montereale (AQ), Parco Nazionale del Gran sasso e Monti della Laga

Altre informazioni

Categorie

Cereali e farine

Segnalato da:Giorgio Davini