Salignùn

Torna all'archivio >

Il salignùn è legato all’area della valle della Dora Baltea (alto Canavese) e della bassa Valle d’Aosta. Si tratta di un impasto di ricotta o di tomette fresche, arricchito con spezie che conferiscono al prodotto un sapore intenso e pungente. Nella Valle della Dora Baltea si racconta che nei paesi posti sul versante orografico destro della Dora era tradizione preparare il salignùn con le tomette, mentre in quelli posti su quello sinistro con la ricotta.Nella pasta si possono aggiungere sale, olio e polvere di peperoncino, aglio, ginepro, finocchio, cumino o erbe e fiori essiccati. La pasta ottenuta assume quindi il colore delle spezie ed erbe aggiunte che tende al rosa. La crosta è assente, la pasta fine, grumosa, compatta e traslucida, in cui si evidenzia la punteggiatura data dalle varie spezie utilizzate come ingredienti. Il salignùn è servito soprattutto come antipasto oppure, come vuole la tradizione, utilizzato per farcire le tipiche miasse: sottili e croccanti sfoglie di farine di granoturco cotte su ferri scaldati sul fuoco. Con gli avanzi di salignùn si fa una forma che veniva affumicata sopra alla cappa del camino, e poi grattugiata, oppure stagionata per alcuni mesi: il mörtrett.    

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • YesNo
Torna all'archivio >

Territorio

NazioneItalia
Regione

Piemonte

Altre informazioni

Categorie

Latticini e formaggi