Pum dla lira

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

Le Valli di Lanzo sono un territorio particolarmente vocato alla coltivazione delle mele dato che qui questa coltura trova un habitat favorevole che garantisce un buon sviluppo.

Una delle mele più tipiche delle Valli di Lanzo è la pum dla lira: questo frutto deve il suo nome dal fatto che nel 1920 veniva vendita al prezzo vantaggioso di 10 chili per “una lira”.
È una mela che si raccoglie nel mese di settembre e può essere già consumata dai primi di ottobre. Il frutto è una mela dalla buccia verde brillante, molto simile anche di gusto alla più conosciuta mela verde Grammy Smith. Si consuma soprattutto fresca oppure si usa nella preparazione di frittelle di mele o della glara, un dolce tipico di montagna che vede l’impiego del pane raffermo.

A causa dell’abbandono del territorio, questa varietà di mela resta coltivata in piccoli frutteti domestici, caratterizzati da piante molto vecchie e di grosse dimensioni e soprattutto per autoconsumo. Recentemente stanno nascendo piccole realtà produttive che stanno cercando di recuperare alcune di queste varietà.

L’attività di ricerca necessaria a segnalare questo prodotto nel catalogo online dell’Arca del Gusto è stata finanziata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Direzione Generale del Terzo Settore e della Responsabilità Sociale delle Imprese  – avviso n° 1/2018 “Slow Food in azione: le comunità protagoniste del cambiamento”, ai sensi dell’articolo 72 del codice del Terzo Settore, di cui al decreto legislativo n 117/2017

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneItalia
Regione

Piemonte

Area di produzione:Valli di Lanzo (Provincia di Torino)

Altre informazioni

Categorie

Frutta fresca, secca e derivati