Pouding Chômeur

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

Il pouding chômeur, anche chiamato pouding au chômeur o pouding du chômeur, è normalmente tradotto come “budino dei poveri”. È composto da una base di torta bianca cotta al forno con sopra una miscela di sciroppo di zucchero di canna, acqua e talvolta latte. L’impasto della base è inumidito con dello sciroppo caldo: la torta lievita e cuoce con lo sciroppo e, quando viene lasciata raffreddare a temperatura ambiente, lo sciroppo in parte viene assorbito e in parte rimane sul fondo della teglia. Il risultato finale è un dolce a tre strati con torta bianca, torta inumidita di sciroppo e sciroppo.

Il dolce è composto della stessa pastella di una torta classica con ingredienti semplici ed economici. Come tutte le ricette economiche, la pastella non contiene uova e quindi non lievita molto. A volte, quando i cuochi possono permettersele, sono aggiunte le uova. Lo sciroppo è composto da zucchero di canna, zucchero bianco, sciroppo d’acero o da una miscela di questi tre. In generale, lo zucchero di canna è usato nelle aree urbane e lo sciroppo d’acero nelle zone rurali. Durante la Grande Depressione, iniziata nel 1929 e terminata negli anni Trenta, era usato anche il pane raffermo al posto della pastella.

Il pouding fa parte della cucina tradizionale del Quebec e si pensa che la ricetta sia stata tramandata oralmente. Originariamente, era fatta senza dosi precise. Fu creato da Georgette Falardeau, moglie di Camillien Houde, sindaco di Montreal, durante l’inizio della Grande Depressione. Georgette voleva creare qualcosa di dolce per i più poveri e i disoccupati. Il pouding era quindi un dessert cittadino all’inizio, dato che la maggior parte delle persone disoccupate e dei poveri vivevano a Montreal. Si diffuse velocemente nelle province con alcuni adattamenti; qualcuno usa il burro, qualcuno lo strutto (al posto del grasso vegetale) e lo sciroppo d’acero, perché più facile da reperire nelle fattorie o in zone remote.

Il pouding resta ancora oggi un dolce popolare e tradizionale del Quebec, specialmente nella zona francofona. Non è più associato alla povertà, ma è ormai un punto fermo della cucina locale. Ogni famiglia ha la propria ricetta, leggermente adattata ai propri gusti e al proprio budget. Oggi è spesso associata alla stagione dell’acero e servita in contenitori di zucchero.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneCanada
Regione

Quebec / Québec

Altre informazioni

Categorie

Dolci