Pomodoro nero di Seborga

Torna all'archivio >

Il pomodoro nero di Seborga si coltiva tradizionalmente nel comune di Seborga, in provincia di Imperia. Si conta qualche coltivazione anche nella zona di confine con la Francia, a Mentone, nella frazione di Latte (Ventimiglia) e a Isolabona. Il pomodoro in Liguria, come in moltissime altre parti d’Italia ed Europa, fu a lungo utilizzato al pari dei fiori per scopi ornamentali, e ornava splendidi giardini come il giardino del castello dei Doria a Dolceacqua.   Il pomodoro nero è citato da alcune fonti come per esempio il ‘Libro Curti di Vallecrosia’ dove si legge ‘questi pomi d’oro che dicon neri e van ora ma poi s’ammollano di subito presto e non mi parvero di gusto granché: ho saputo da un che va a i mercati che oltre il Sasso, alla Seburca c’è n’è un di questi della campagna che dice che li ha cresciuti belli e sodi e alora ho pensato di andar fin là uno di questi tempi, meno piovendo, per sapere: che anche altri qui a Nervia ma anco a Valcrossa e la Burdighetta, non son stati contenti..ho pero paura che non siam magari noi altri bravi a queste piante’. Il pomodoro nero di Seborga è di colore rosso, ma durante la fase di maturazione, che ha inizio nel mese di luglio, assume una tonalità intermedia tra il marrone ed il verde scuro. Si tratta di un prodotto dalla vita breve, che si esaurisce prima della fine di agosto. Il pomodoro di Seborga è una pianta molto delicata, sensibile alle variazioni climatiche e soprattutto agli attacchi di afidi, nottule e infestanti delle piante di pomodoro. Le dimensioni massime raggiungibili sono sui 10 – 12 cm di diametro. La buccia è piuttosto dura mentre la polpa non è abbondante e peraltro, ad avvenuta maturità, si rivela poco compatta. Il sapore tuttavia è molto dolce, leggermente più acido rispetto ad un cuore di bue, ma ugualmente apprezzato. Viene impiegato soprattutto nella preparazione di insalate. Il pomodoro nero di Seborga rischia di scomparire in quanto è poco conosciuto e la sua diffusione è estremamente limitata. In passato era coltivato in tutta la zona del Ponente della Liguria e quello di Seborga era noto come il più buono della zona. Attualmente è possibile trovarlo in vendita nei mercati di Seborga e dei paesi limitrofi durante il mese di agosto. Nel 2013 si è dato inizio ad una campagna di tutela di questo prodotto, che oggi coinvolge diversi soggetti della zona interessati a proteggerlo, tra le altre attività, anche con l’organizzazione di una sagra del pomodoro nero di Seborga.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • Yes   No
Torna all'archivio >

Territorio

NazioneItalia
Regione

Liguria

Altre informazioni

Categorie

Ortaggi e conserve vegetali