Pollo Scots Grey

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

La Scots Grey è una razza antica di polli originaria della Scozia intorno al sedicesimo secolo. Era un tempo molto presente nella parte occidentale del Paese ed era conosciuta come la razza Scotch Grey fin dal 1930.
I polli hanno un piumaggio striato, color nero metallico su sfondo grigio acciaio, le striature sono più evidenti nelle galline che nei polli e le rendono simili al tessuto scozzese. Hanno una coda lunga, un corpo compatto e sodo, lunghe zampe. Si tratta di un pollo che sta in posizione eretta sulle zampe. Esiste anche una versione di minori dimensioni ma il pollo più grande è quello più apprezzato.

E’ una razza resistente, attiva e facilmente adattabile a condizioni climatiche variabili, come le estati corte e fredde della Scozia. E’ un animale ruspante, con buone capacità di ricerca del cibo, fatto questo che lo rendono adatto alla vita all’aperto nei cortili delle fattorie e nei campi intorno ai cottages. Le uova sono bianco crema, piuttosto grandi. Una gallina arriva a deporre fino a 150-180 uova all’anno e continua durante tutto l’inverno. Le uova devono essere incubate perché nascano i pulcini. Una volta smessa la produzione di uova, la gallina viene cucinata spesso alla griglia. I polli ruspanti sono ideali per la zuppa ‘Cock-a-leekie” . Le ossa sane e a crescita lenta di questi polli che vivono in libertà, all’aperto, danno alla carne un sapore speciale.

Alcuni diari di viaggio raccontano del pollo Scots Grey nei cortili della fattorie già nel diciottesimo secolo. Nel 1885 viene fondata la “Società della Razza Scots Grey” e questa razza resta apprezzata e allevata fino al 1940 mentre oggi è inserita nella lista di quelle rare e a rischio di estinzione. Un tempo era conosciuto con diversi nomi, a seconda dei distretti in cui viveva: Chick Marley, Shepherd’s Plaid, Chickmalins, Mauds, Greylings, e Greylocks.

Ora il pollo Scots Grey è presente in piccole quantità in allevamenti per le esposizioni, dove sono allevati per le loro caratteristiche fisiche, non per la carne o le uova. A partire dagli anni ’50 questa razza perse terreno perché si iniziò a differenziare nettamente le razze in base alla capacità di produrre solo uova o solo carne.
La Stotc Grey è una delle due razze avicole antiche presenti in Scozia, altre si sono perse e così anche il loro corredo genetico. Mantenere razze a doppio uso (uova e carne) servirebbe a conservare intatto il corredo genetico utile in caso di epidemie che colpiscano una delle razze da scopo unico che vengono allevate attualmente. Inoltre una razza a doppio uso in futuro potrebbe essere nuovamente utile, una volta abbandonato l’allevamento di massa.

Torna all'archivio >

Altre informazioni

Categorie

Razze animali e allevamento

Segnalato da:Nicolò Brambilla, Graeme Dickson