Pinot Noir precoce della regione di Ahr

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

Blauer Frühburgunder

Si tratta di una mutazione del Blaue Spätburgunder (Pinot Noir) con bassa resa, maturazione precoce, corpo vellutato e poca acidità armonica.
A causa della tendenza ad assorbire poca acqua dal terreno e per via delle bacche piccole (basse rese), la varietà di vitigno era quasi scomparsa negli anni Sessanta. La diffusione era di 15 ettari su tutto il territorio tedesco.
Il noto istituto di ricerca Geisenheim iniziò a metà degli anni Settanta una sistematica ricostruzione di cloni del Pinot Noir precoce. Il Pinot Noir precoce dà vini vellutati con grande corpo e poca acidità armonica. I vini da Pinot Noir precoce si esprimono chiaramente meglio rispetto ai Pinot Noir coltivati nello stesso luogo. In degustazioni alla cieca annuali i cloni del Pinot Noir precoce ricevono valutazioni più alte rispetto a quelli di Pinot Noir. Per questo motivo i viticoltori della zona di Ahr si sono impegnati a continuare a coltivare e curare questa rara varietà di vitigno. La percentuale di produzione tra tutti i vitigni nella zona di produzione tocca oggi il 6%. Viene coltivato da oltre 150 anni nella zona di Ahr (la più grande area ininterrotta di produzione di rossi in Germania). Uno sguardo alla storia dimostra che il vitigno Pinot Noir precoce aveva un suo significato per la zona di Ahr: nel museo del vino della frazione Bachem (Comune Bad Neuenahr-Ahrweiler) si parla di possedimenti di vigneti documentati nell’anno 1187. La collina Kallertsberg è stata coltivata per la prima volta nel 1526. A causa della posizione geografica (non del tutto orientata verso sud) i viticoltori di Bachern avevano difficoltà con il Pinot Noir a maturazione tardiva. La varietà del Pinot Noir precoce riesce a ancora rendere molto bene in questa zona, in particolare nella collina Bachemer Karlskopf.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneGermania
Regione

Nordrhein-Westfalen

Altre informazioni

Categorie

Vino e vitigni