Peperone di Voghera

Torna all'archivio >

L’area vocazionale del peperone di Voghera è costituita da un comprensorio interregionale che si estende tra le province di Pavia e Alessandria e che vede il territorio del comune di Voghera al centro.  Questo peperone ha una forma sostanzialmente cubica con dimensioni di altezza, larghezza e profondità pressoché uguali, anche se sono ammissibili varianti più allungate e varianti tondeggianti. La costolatura tipica deve presentare quattro coste.E’ di colore verde molto chiaro prima del viraggio e giallo o giallo-aranciato in fase avanzata di maturazione. La polpa è sottile e poco acquosa, consistente, resistente al trasporto e alla conservazione, in particolare sottaceto. Ha un sapore molto dolce, gradevole e fine, con il gusto tipico di peperone poco pronunciato. La pianta ha un’altezza media di circa 50– 60 cm, con foglie di colore verde chiaro, soprattutto nelle prime fasi di sviluppo: compatta e resistente è caratterizzata da un buona precocità di messa a frutto. Il peperone di Voghera ha avuto un’importante diffusione nell’area di produzione dal 1920 al 1950; si otteneva un prodotto ottimo per la conservazione sott’aceto: polpa sottile, soda e molto resistente. Il mercato non era solo italiano ma anche europeo e statunitense. Agli inizi degli anni ’50 una malattia ne ha compromesso la produzione commerciale e solo nell’anno 2006 si è aperta una fase di selezione della semente ritrovata e si è iniziato nuovamente a produrre piccole quantità di peperone. Ovviamente i pochi spazi di mercato ne rallentano la diffusione. 

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • YesNo
Torna all'archivio >

Territorio

NazioneItalia
Regione

Lombardia

Altre informazioni

Categorie

Ortaggi e conserve vegetali