Pecora delle Shetland

Arca del Gusto
Torna all'archivio >
Pecora delle Shetland

Le modalità del consumo di carne nelle Shetland rispecchiano le complesse stratificazioni culturali che contraddistinguono la storia delle isole. Fino alla metà del XV secolo, sotto il dominio della corona di Danimarca e Norvegia, le Shetland presentavano costumi e una cultura di spiccata ascendenza scandinava, un retaggio che sopravvisse fino alla metà del XVIII secolo, quando il potere crescente dei laird, i grandi latifondisti della terraferma scozzese, trasformò nel giro di breve tempo la cultura, il dialetto e le abitudini alimentari delle isole. Nelle Shetland la carne era per tradizione un alimento destinato alla stagione fredda. Il pesce veniva essiccato in primavera e mangiato nel corso dell’estate. In settembre i pastori macellavano le pecore più anziane del loro gregge e trattavano la carne in vista dei mesi invernali. I metodi di conservazione erano due, entrambi tipici delle isole Shetland. La pecora delle Shetland è una delle razze inglesi di minore taglia. È una variante locale della Scottish Dunface, oggi estinta, una pecora nordeuropea dalla coda corta introdotta nelle isole britanniche nel corso dell’età del ferro. Il muso, il naso, le zampe e le orecchie, piccole e erette, non presentano lanosità. Le zampe, di lunghezza media, hanno un’ossatura sottile. Le pecore diffuse nelle regioni settentrionali si caratterizzano per una coda affusolata di modesta lunghezza, larga alla base e rastremata verso la punta, che è ornata da un ciuffo di peli (ma non di lana). Esistono Shetland di colori diversi e dal vello diversamente variegato. I maschi pesano di norma tra i 41 e i 57 chili, le femmine tra i 34 e i 45. L’allevamento della Shetland è estensivo, e l’animale trova a sua disposizione pascoli erbosi, ampie brughiere collinose ricche di erica e aree costiere rocciose. La carne dell’agnello delle Shetland è rinomata per la sua consistenza tenera e dolce. La razza produce di norma carne magra, perché le aree di pascolo sono molto estese e l’esercizio degli animali è intenso. La consistenza e il gusto dell’agnello delle Shetland hanno caratteristiche specifiche, facilmente distinguibili da quelle degli agnelli di altre razze allevate nel Regno Unito. Le differenze sono legate a una combinazione di fattori topografici, geologici e climatici. Le carni più pregiate sono quelle degli animali nutriti esclusivamente di foraggi naturali locali. Ulteriori ricerche hanno mostrato che rispetto alla comune carne di agnello, l’agnello delle Shetland presenta livelli decisamente superiori di acido linoleico coniugato, un derivato degli omega-6 dalle note proprietà antitumorale.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneRegno Unito
Regione

Scotland - Shetland

Area di produzione:Isole Shetland

Altre informazioni

Categorie

Razze animali e allevamento

Segnalato da:Carol Anne Stewart, Scottish Crofting Federation