Pecora Churra Algarvia

Arca del Gusto
Torna all'archivio >
Pecora Churra Algarvia

La pecora Churra Algarvia è originaria della regione dell’Algarve, sulla costa meridionale del Portogallo. Queste pecore sono di grossa taglia, hanno corpo allungato e profilo convesso, producono lana bianca e ruvida Le femmine pesano fra 40 e 60 kg, i maschi fra 60 e 80 kg. Il loro manto è bianco, con una pigmentazione caratteristica che forma macchie nere attorno agli occhi, alle labbra e al muso. Anche le orecchie (di medie dimensioni) o la punta delle orecchie sono nere e spesso anche le lunghe zampe sono maculate. La gran parte degli animali presenta pigmentazione della lingua e del palato. Il manto lanoso è bianco e ruvido, non troppo fitto, copre il corpo e il collo della pecora, ma non il suo capo. I bioccoli di lana sono lunghi (da 20 a 30 cm), appuntiti e aperti. Il capo della pecora è relativamente piccolo e privo di lana, con fronte piatta e grandi occhi. Le corna crestate non sono molto accentuate nelle femmine, ma sono ben sviluppate nei maschi, con ampie spirali proiettate orizzontalmente.Le greggi compiono solitamente la transumanza (una migrazione pastorale stagionale) attraverso la regione di Barrocal, nell’Algarve. Nei pascoli più elevati le pecore ricevono inoltre una razione supplementare di cereali coltivati localmente. In passato questa razza era allevata per la sua carne magra e saporita, per il latte utilizzato nella preparazione di formaggi e per la lana, impiegata per imbottire materassi. L’area di produzione storica è l’Algarve centrale, da Castro Marim a Lagos, con piccole greggi lungo la costa e sulle montagne. La razza è originaria dell’area che si estende dalle colline di Jerez (nel sud della Spagna) a Sagres (in Algarve). Il 95% delle pecore Churra Algarvia è allevato nell’area tradizionale di produzione.La specie è entrata in declino a causa dell’introduzione di razze più produttive, capaci di garantire maggiori profitti ai grossisti e ai macellai. Nel 1999 il registro dei capi contava circa 5270 pecore, mentre oggi sopravvivono poco più di 2000 esemplari. Il commercio della carne di pecora Churra Algarvia è svolto su piccola scala da grossisti e piccole macellerie. La produzione annua complessiva è, probabilmente, pari a circa 3000 agnelli, ma soltanto la metà di questi capi è venduta legalmente. La maggior parte dei consumatori non conosce questa razza e spesso ritiene erroneamente che la sua carne sia carne di capra.

Torna all'archivio >

Territorio

NazionePortogallo
Regione

Faro

Area di produzione:Regione del Barrocal, al centro dell’Algarve

Altre informazioni

Categorie

Razze animali e allevamento

Segnalato da:José Aníbal Garcia Neto