Ostrica dell’Isola Sober

Torna all'archivio >
Ostrica dell’Isola Sober

L’ostrica di Sober Island (varietà della specie Crassostrea virginica) presenta una conchiglia medio-piccola con una valva inferiore piuttosto incavata. Il guscio è di colore verdastro e relativamente liscio al tatto. La polpa, consumata fresca, ricorda il gusto del riccio di mare fresco, con un livello di salinità elevato e una consistenza piacevolmente grassa. Il retrogusto, persistente, è quello dei formaggi affinati a pasta molle come il Brie o il Camembert.   I letti di ostriche, apprezzate dapprima dalla popolazione indigena Mi’kmaq e successivamente dai coloni europei, vantano un presenza ininterrotta da migliaia di anni. In Nuova Scozia l’ostrica si trova in fondali protetti e in corrispondenza delle foci di fiumi in certe zone della costa del Northumberland, sulle rive dei laghi di Bras d’Or dell’isola di Cape Breton e in alcune rare località isolate sulle coste orientali e meridionali. L’ostrica selvatica veniva raccolta sia dai Mi’kmaq che dai coloni, ma in Canada l’allevamento delle ostriche (o “ostricoltura”) risale ai primi anni del XIX secolo.   Fino all’inizio degli anni novanta del secolo scorso a Sober Island è esistito un grande bacino di acque dolci stagnanti chiamato Sober Island Pond. Nel 1994 una grande tempesta ha aperto una breccia di oltre 60 metri dalla quale è penetrata acqua oceanica. Di lì a poco gli abitanti del posto hanno iniziato a osservare lo sviluppo di forme di vita marine: dapprima le cozze, seguite dalle ostriche. Oggi la zona produce a seconda delle condizioni atmosferiche circa 2000 ostriche a settimana, vendute direttamente o all’ingrosso.   Dal momento che le regioni della Nuova Scozia propizie all’ostricoltura sono tendenzialmente isolate, ciascun’area presenta un ambiente marino sui generis (salinità, temperatura, maree, composizione chimico-minerale dell’acqua, combinazione di flora e fauna marina). Tutto questo fa delle ostriche di ciascuna zona l’espressione di uno specifico “merroir”, sia per quanto concerne la forma e la struttura esterna della conchiglia che per quanto riguarda, dettaglio più importante, il gusto della polpa. I fattori che alterano o compromettono questo ambiente unico al mondo mettono a repentaglio la sopravvivenza del prodotto. Le ostriche di Sober Island subiscono la concorrenza delle cozze, dei tunicati e del Carcinus maenas, una specie di granchio tendenzialmente invasiva. La qualità dell’acqua, a sua volta, può risultare compromessa dall’inquinamento legato agli stabilimenti industriali o agli scarichi fognari.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • YesNo
Torna all'archivio >

Territorio

NazioneCanada
Regione

Nova Scotia / Nouvelle-Écosse

Area di produzione:Isola di Sober

Altre informazioni

Categorie

Pesce, frutti di mare e derivati

Comunità indigena:Mi’kmaq