Ojoche

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

L’Ojoche (nome scientifico Bromisum alicastrum) è una pianta che può arrivare a crescere fino a 1000 metri di altitudine dal cui frutto si ricava una farina commestibile. Può essere piantato in diversi ambienti poiché è una pianta molto resistente. Nei periodi di lunghe siccità si piantavano questi alberi perché sarebbero stati l’unico nutrimento disponibile. Originario del centro America, non si trova solo in Nicaragua ma anche Messico. L’ojoche è ricco di vitamina A, B, C, E, proteine, ferro, zinco e acido folico. Si usano le foglie per gli animali e il tronco per costruire sedie, tavoli, letti.

Il frutto è commestibile da quando la pianta raggiunge i 25 anni di età. Può essere mangiato crudo oppure bollito oppure essiccato e trasformato in farina. Aveva un ruolo importante della dieta pre-colombiana in Costa Rica. Se preparato in umido, il gusto ricorda la patata; se arrostito, il sapore può ricordare il cioccolato o il caffè. Grazie alle sue qualità nutrizionali, questo frutto ha aiutato la popolazione a sopravvivere alle siccità e alle carestie degli anni Cinquanta.

Il seme è di colore verde e quando non è maturo si presenta duro con ha delle piccole spine morbide al tatto; quando matura perde queste spine e assume diversi colori, dall’aranciato al giallognolo. Ora si usano dei macchinari per trasformare i semi in farina ma in passato si usavano mortai costruiti con la pietra. Per preparare la bevanda tradizionale molto nutriente – che prende anch’essa il nome di ojoche – si aggiunge questa farina a acqua o latte e un po’ di zucchero. Viene bevuta di mattina perché dà un senso di energia e sazietà per tutto il giorno.

Si può usare anche per preparare dei biscotti. I semi sono raccolti a mano dalle persone che si arrampicano direttamente sugli alberi con dei sacchi sulle spalle. Questi semi vengono lavorati da donne delle cooperative del luogo, ma utilizzando dei macchinari, non l’antico metodo dei mortai. L’ojoche viene raccolto sia per autoconsumo che per la vendita, esistono poche persone che lo coltivano. Il prodotto sta scomparendo perché le persone non si interessano più a questo prodotto. Inoltre, questi alberi vengono spesso abbattuti per fare spazio a residenze alberghiere e industrie e viene oggi messo in commercio solo il legname. I frutti sono ormai quasi dimenticati.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneNicaragua
Regione

Atlántico Norte