Oca delle isole Shetland

Arca del Gusto
Torna all'archivio >
Oca delle isole Shetland

L’oca autoctona delle isole Shetland è un animale resistente e compatto. Il maschio è sempre bianco con piume dorate, mentre la femmina è sempre grigia con chiazze bianche e piume grigie/dorate. Sono considerate oche adatte a un doppio utilizzo: producono un buon numero di uova bianca per ogni stagione, se ne hanno la possibilità (15-20 uova) e hanno una carcassa di un buon peso. Non richiedono alimenti in più, se non la possibilità di pascolare adeguatamente. Le carni sono deliziose, con un piacevole aroma di selvaggina. Da adulte, le femmine pesano da 2,7 a 3,6 kg e i maschi da 3,6 a 4,5 kg.
Le femmine covano le loro uova e sono in grado di dare vita a una nidiata di piccoli. Questi animali sono caratterizzati da un petto arrotondato e non hanno quasi carena sull’addome relativamente piatto. Il becco, di colore blu-rossastro, è più piccolo di quello dell’oca Pilgrim; questa caratteristica mostra il buon potenziale per il pascolo. Zampe e piedi sono carnosi e rosa, gli occhi blu.
Le oche autoctone delle isole Shetland sono uccelli domestici che discendono dall’oca selvatica Greylag. Sono apprezzate per la loro capacità di pascolare, fertilizzare i pascoli, produrre uova, carne e per le piume.

Le razze avicole rare sembrano spesso essere sottovalutate. La loro biodiversità è incalcolabile e il loro pool genetico dev’essere conservato nelle banche dei geni. Sono facili da incrociare, così purtroppo le razze si perdono. In questo caso, però, la razza è stata salvata appena prima di estinguersi.
Un programma di allevamento dell’oca delle Shetland è stato avviato sull’isola di Trondra.

Foto: © Mary Isbister

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneRegno Unito
Regione

Scotland - Shetland

Altre informazioni

Categorie

Razze animali e allevamento

Segnalato da:Wendy Barrie, Bosse Dahlgren