Morogo wa dinawa

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

Il morogo wa dinawa è un prodotto conservato ottenuto dalle foglie essiccate della pianta del fagiolo dall’occhio (Vigna unguiculata). Questo fagiolo è coltivato in tutta l’Africa sub-sahariana per i semi ricchi di proteine. Spesso anche le foglie sono consumate, o usate come alimento per gli animali. Sono infatti usate come ingrediente fondamentale nella cucina del Botswana da molti secoli.

Il fagiolo dell’occhio è un legume annuale e, poiché fissa azoto nel suolo, è ideale per la consociazione. Ha foglie composte, con tre foglioline, e cresce come cespuglio o rampicante. Le varietà locali di fagiolo dell’occhio usate per preparare il morogo wa dinawa sono ben adattate ai suoli poveri e alle precipitazioni irregolari di buona parte del paese e continuano a produrre foglie anche in condizioni di stress. Le foglie sono raccolte da piante selvatiche o spontanee (oltre che coltivate) tra novembre e aprile, quando sono ancora tenere e fresche (4-6 settimane dopo la germinazione).

Morogo è una parola in lingua Setswana che fa riferimento a molti ortaggi verdi in foglia. Con le foglie di diverse piante vengono realizzate sfere vegetali essiccate; il morogo wa dinawa (dinawa significa “fagioli”) è preparato specificamente con le foglie ricche di ferro della pianta del fagiolo dell’occhio. Se si desidera conservare le foglie, invece di consumarle fresche, vengono sbollentante e lavorate per ottenere una polpa, che viene quindi pressata per realizzare delle sfere lasciate essiccare al sole. Le sfere di foglie essiccate sono conservate in borse o contenitori di terracotta e si preservano a lungo. Prima del consumo, il morogo wa dinawa secco viene ammorbidito nell’acqua, quindi miscelato in piatti come il porridge o consumato come stufato di verdure. In questo caso mantiene il nome “morogo wa dinawa” ed è un piatto molto diffuso in Botswana. Una volta reidratato, il sapore del morogo wa dinawa è simile a quello degli spinaci. Ricco di proteine, fibre, ferro, calcio, fosforo e zinco, il morogo wa dinawa è tipicamente consumato durante l’inverno, quando molti ortaggi a foglia scarseggiano.

Il consumo di foglie della pianta del fagiolo dell’occhio e di altri ortaggi raccolti in natura è in declino nelle aree rurali del Botswana, in parte perché sono prodotti che non godono di grande prestigio. Inoltre, le tante varietà locali di fagiolo dell’occhio usate per realizzare il morogo wa dinawa tradizionale sono minacciate: i semi sono ormai disponibili in piccole quantità (di solito sono messi da parte da una stagione a quella successiva) e il mercato è invaso da varietà migliorate. Il morogo wa dinawa è un prodotto importante nelle zone rurali grazie alla facilità di trasporto, la lunga conservabilità, il sapore piacevole, la versatilità come ingrediente e il ricco contenuto di vitamine; dovrebbe dunque essere protetto e promosso.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneBotswana
Regione

Central

Altre informazioni

Categorie

Ortaggi e conserve vegetali

Segnalato da:Margaret Mpati