Mela Oratia Beauty

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

La mela Oratia Beauty appartiene alla famiglia delle Gravenstein. La buccia è verde, marezzata e ravvivata da striature rosse su quasi tutta la superficie. È una varietà di mela che richiede un pollinatore. La pianta è ad accrescimento standard, fiorisce presto ed è estremamente vigorosa. La Oratia Beauty matura precocemente (in gennaio in Nuova Zelanda), anzi è la prima mela disponibile della stagione. La polpa è deliziosamente croccante, succosa e astringente. Il frutto è tondeggiante, solo leggermente appiattito. È consigliabile lasciar maturare il frutto sulla pianta, dove la maturazione procede per gruppi successivi, rendendo necessarie più fasi ravvicinate di raccoglitura. La mela si presta al consumo diretto, alla cucina e alla fabbricazione di sidro, ma a differenza di altre varietà più longeve, però, si addice poco alla vendita al dettaglio.

La mela Oratia Beauty è uno “sport” (una varietà ottenuta per mutazione del bocciolo) della mela Albany Beauty, che a sua volta era uno sport della Granvestein. La mela è stata trovata nel frutteto del sig. Mate Glucina di Oratia, Auckland, nel Nord della Nuova Zelanda. Nel 1932 è stata registrata come nuova varietà di mela dall’Istituto di Orticoltura della Nuova Zelanda, assurgendo a icona ortofrutticola del distretto di Oratia, zona che vanta una lunga storia di frutteti e vigneti strettamente legati agli immigrati originari della Dalmazia che si stabilirono nella zona tra gli anni novanta dell’Ottocento e i primi del ventesimo secolo.

Oggi molti di quei frutteti sono scomparsi. Al loro posto sorge un’area residenziale (per quanto non densamente popolata). Alcuni produttori della zona, però, continuano a coltivare la mela Ortia per la vendita. Si calcola che gli alberi attivi siano 50. Un altro centro di produzione sono i dintorni di Nelson a South Island (Richmond). L’estensione della coltura è maggiore, ma le mele di questa zona hanno un gusto diverso a causa delle diverse condizioni pedoclimatiche. Alcuni esemplari della pianta sopravvivono ancora nei frutteti e nei giardini privati più vecchi. Il distretto di Oratia organizza varie iniziative in onore della mela Oratia, che dà il nome al locale bollettino trimestrale. In passato sono stati organizzati eventi celebrativi, e nel 2014 il consiglio di Auckland ha fatto erigere in Parrs Park una scultura ispirata alle cassette di mele e intitolata “Oratia Beauty”.

Oggi la mela Oratia Beauty rischia di scomparire perché l’industria neozelandese dlela mela è interamente sbilanciata sull’esportazione e predilige le varietà “nuove” che si possono proteggere con un marchio. L’accento cade sui “grandi” orti di Nelson (South Island) e della Baia di Hawkes (North Island orientale), mentre i piccoli coltivatori di Auckland ricevono scarso sostegno. Molti dei piccoli coltivatori che proponevano la mela Oratia Beauty hanno dovuto chiudere. Si tratta per lo più di aziende di famiglia che i figli si rifiutano di rilevare. L’importazione ortofrutticola, inoltre, rifornisce il paese di mele dodici mese l’anno, finendo per marginalizzare l’importanza della Oratia Beauty, che in Nuova Zelanda era legata al suo pregio di mela precocissima. Da qualche tempo, inoltre, i consumatori tendono a prediligere le mele dolci, disavvezzandosi al gusto asprigno di varietà come la Oratia Beauty.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneNuova Zelanda
Regione

Nelson

Altre informazioni

Categorie

Frutta fresca, secca e derivati