Mela James Grieve

Torna all'archivio >

La mela James Grieve è una varietà antica. Prende il nome dal suo ideatore, James Grieve, che l’ha ottenuta nel 1893 dall’impollinazione di altre due varietà. Probabilmente una era la Cox’s Orange Pippin, molto amata all’epoca; un altro possibile candidato è la Pott’s Seedling, una mela da cucina molto diffusa in quel periodo come varietà commerciale. La James Grieve è stata insignita dell’Award of Merit nel 1897 e del Certificato di Prima Classe del Royal Highland Show nel 1906.

La James Grieve è una mela di grossa taglia e dalla forma ovale, dotata di una buccia verde-gialla o giallo aranciato con strisce rosse e arancioni. La polpa è bianca e cremosa a inizio stagione, mentre raccolta più tardi assume un’insolita consistenza cedevole, sciogliendosi in bocca. È una mela sempre molto sugosa e vulnerabile agli urti. Il trasporto e il magazzinaggio esigono cure meticolose. È una varietà di mezza stagione: si raccoglie tra l’inizio e la metà di settembre, quando il suo gusto è gradevolmente acidulo e rinfrescante. Se la polpa risulta troppo aspra per il consumo diretto si può usare in cucina. Nel giro di qualche settimana, in ogni caso, il gusto tende a farsi più dolce e delicato.

La James Grieve si presta bene alla cottura, sia per il suo gusto che per la sua consistenza, che sopporta bene il calore. Si può stufare per ricavarne una salsa di mela con i pezzetti, cuocere al forno o usare come ripieno per torte. La James Grieve è molto apprezzata anche come mela da succo, e trova impiego anche nella fabbricazione di sidro. Quando il frutto viene raccolto a inizio stagione risulta più acidulo: è il momento ideale per cuocerlo. La raccolta più tardiva, specialmente dopo un periodo in magazzino, risulta più dolce e delicata al gusto, con una consistenza quasi simile a quella di una pera. Tagliata a fettine sottili e abbinata a del formaggio si può anche degustare come mela da dessert. In un ambiente fresco e asciutto la James Grieve si conserva anche per uno o due mesi. Poi la consistenza si fa troppo cedevole.

La James Grieve è considerata una varietà dalla spiccata identità scozzese, anche grazie ai suoi forti legami storici con la città di Edimburgo. Gli orticoltori l’hanno usata come base per altre varietà, alcune delle quali hanno avuto successo come meli a vocazione domestica. Per alcuni decenni, fino agli anni Sessanta, la James Grieve è stata prodotta per il mercato, ma la sua estrema sensibilità agli urti ha finito per marginalizzarla.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • YesNo
Torna all'archivio >

Territorio

NazioneRegno Unito
Regione

Scottish Lowlands

Altre informazioni

Categorie

Frutta fresca, secca e derivati

Segnalato da:Carina Contini