Mela grigia di Torriana

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

Questa mela prende il nome da una frazione di Barge (Cn), dove a fine ‘800 veniva prodotta ed esportata in grandi quantità; verso gli anni ’60, però, è abbandonata, colpevole di essere grigia in un’epoca in cui le mele devono essere belle e vivaci, e di essere adatta, in particolare, alla cottura. Regina delle mele da cuocere in forno, la Grigia di Torriana è tondeggiante e leggermente schiacciata. La buccia è di colore giallo ruggine (era soprannominata “pum rusnent”, che in dialetto piemontese significa “mela arrugginita”), ruvida e rugginosa; la polpa è bianco-crema, soda, sugosa e dolcissima. Si raccoglie a metà ottobre e si conserva a lungo.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneItalia
Regione

Piemonte

Altre informazioni

Categorie

Frutta fresca, secca e derivati