Mazaher

Torna all'archivio >

Il mazaher (ma’zaher), o acqua di fiori d’arancio, è un distillato dei fiori dell’arancio amaro, una pianta molto diffusa nelle regioni costiere di Libano, Siria e Palestina. Gli aranci amari sono anche conosciuti come bigarade o «aranci di Siviglia» (Citrus aurantium L.), o ancora come busfeir in Libano. Il mazaher è utilizzato per aromatizzare sia i cibi sia le bevande (Davidson, 1999).

Secondo quanto dice al Ghazi (2001), la produzione del Mazaher fu promossa dall’invenzione dell’alambicco durante il califfato di Umayyad (661-750 d.C.), e divenne presto molto diffusa. Questo distillato è legato in special modo ai festeggiamenti per l’inizio del Muharram, il capodanno islamico, in occasione dei quali dolci a base di riso e latte, aromatizzati con acqua di fiori d’arancio e acqua di rose (roz b-haleeb), fanno la loro comparsa nei pasti tradizionali delle feste.

Il mazaher è un ingrediente comune nello sciroppo di zucchero (qatr) che accompagna molti dolci libanesi e arabi. È utilizzato per aromatizzare il tè e il caffè, ed è anche consumato diluito nell’acqua. Il «caffè bianco» libanese si ottiene aggiungendo un cucchiaino da tè di questo distillato a una tazza di acqua bollente. Si dice che aiuti la digestione e che concilii il sonno. Il Mazaher è anche utilizzato dalla medicina popolare: viene spruzzato sul viso degli ammalati e di chi perde i sensi.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • YesNo
Torna all'archivio >

Territorio

NazioneLibano
Regione

Beirut

Altre informazioni

Categorie

Spezie, erbe selvatiche e condimenti

Segnalato da:Convivium Slow Food Beirut