Marmelada del Quilombo Mesquita

Arca del Gusto
Torna all'archivio >
Marmelada del Quilombo Mesquita

La marmelada de Santa Luzia è un dolce tradizionale di mele cotogne tipico della regione di Luziania, nello stato di Goiás, la cui ricetta è stata tramandata di generazione in generazione. La frutta utilizzata nella preparazione del dolce, è una varietà tradizionale di mela cotogna portoghese (Cydonia oblonga Mill.), che si adattò perfettamente al clima dell’altopiano di Luizania. Il cotogno produce i suoi frutti tra gennaio e febbraio, periodo durante il quale le mele vengono precotte e confezionate in contenitori di latta. Per la preparazione della marmellata, i frutti vengono trasformati artigianalmente, nelle abitazioni dei produttori, durante tutto il corso dell’anno. La produzione varia seconda della domanda, le quantità sono comunque minime, in quanto viene commercializzata a livello locale. Per la produzione della cotognata, si utilizza il tradizionale tegame in rame. La cotognata viene confezionata in caratteristiche scatole in legno fabbricate degli agricoltori. Il contatto del dolce con il legno agevola la conservazione, permettendo la formazione di una sottile crosta nella parte esterna superiore. La cotognata viene consumata a fine pasto, come dolce, o in abbinamento a formaggi locali. A causa della produzione semi industriale di cotognata effettuata da alcune imprese della regione che importano frutti non nativi da altre regioni del paese (in particolare dalla regione di Santa Eusébia, nello stato di San Paolo), la produzione artigianale di marmelada de Santa Luzia sta diminuendo drasticamente. La marmellata di Santa Luzia è un dolce artigianale di mele cotogne, tipico della regione di Luziania conosciuta, anticamente, col nome di Santa Lucia. L’area di produzione è l’altopiano Planalto Central, dove negli anni cinquanta venne costruita la capitale del paese, Brasilia. La cotognata viene prodotta da due comunità di agricoltori quilombolas, discendenti degli schiavi afrobrasiliani, abitanti dei quilombos, i villaggi clandestini fondati, in prevalenza fra il XVII e XVIII secolo, dagli schiavi che riuscivano a sfuggire ai sorveglianti e al lavoro massacrante nelle piantagioni o nelle miniere. Rifugiatisi nella foresta, hanno vissuto per anni in isolamento, mantenendo una forte identità culturale africana. All’interno delle due comunità, Mesquita e Xavier, circa 30 famiglie di agricoltori sono coinvolte nella produzione della cotognata tradizionale.

Foto: Marco del Comune & Oliver Migliore

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneBrasile
Regione

Goiás

Area di produzione:Regione di Luziania

Altre informazioni

Categorie

Ortaggi e conserve vegetali