Mamba

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

Questo pesce africano (del genere Protopterus) è chiamato Mamba in Uganda e si pensa arrivi dal Lago Vittoria, in Uganda orientale. Lo si può trovare anche in ruscelli e paludi. È simile all’anguilla nella forma, con squame morbide: può nuotare e strisciare sui bordi del Lago usando le pinne pettorali e pelviche. Una caratteristica di questo pesce è che può vivere fuori dall’acqua per mesi, in tane di fango indurito nel letto di torrenti prosciugati. Questo pesce si nutre di crostacei, larve di insetti acquatici e molluschi. A livello locale, è spesso affumicato e servito con pasta di arachidi durante eventi importanti. Può anche essere essiccato e stufato senza arachidi.

Il Mamba è strettamente legato alla popolazione Ganda dell’Uganda centrale: è uno dei più antichi totem che derivano dal clan del regno di Buganda. La leggenda dice che 600 anni fa, la passione per il sapore di questo pesce portò uno dei figli del leader del clan a pescarlo nel lago durante la notte. Il ragazzo scomparve nel lago e il Mamba, anche chiamato Emmamba, venne dichiarato un totem, per ricordare ai membri di questo clan di non mangiare o toccare questo pesce, sebbene possano bere l’acqua delle zone in cui lo si trova. Il motto del clan è, infatti, “Ssirya Mmamba Amazzi Nnywa" che significa “Non posso mangiare il Mamba ma posso bere l’acqua”. Tutto questo non fermò la popolazione di altri clan dal mangiare il pesce e oggi è una delle specie protette dal Regno di Buganda tra i Live Totem. Ci sono numerosi proverbi e detti dedicati a questo pesce in Uganda, come “Emmamba tefa ttama" che significa “il Mamba non smette di mordere”, perché il pesce, anche quando sembra morto, potrebbe in ogni caso morsicare qualsiasi cosa sia inserita nella sua bocca.

Lungo le sponde nordorientali del Lago Vittoria, il Mamba è pescato in particolare da coloro che non appartengono al clan Mamba. È pescato per uso personale e per la vendita nei mercati locali. Non sono però registrate le quantità esatte. Dal 2010, la pesca indiscriminata e la sovra pesca per l’esportazione minacciano la sopravvivenza di questo pesce, specialmente perché i pesci più giovani sono catturati più facilmente nelle trappole rispetto ad altri pesci, come la tilapia. Inoltre l’introduzione del pesce persico nel Lago Vittoria ha drasticamente e negativamente influenzato la popolazione locale di Mamba.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneUganda
Regione

Jinja

Mukono

Altre informazioni

Categorie

Pesce, frutti di mare e derivati

Comunità indigena:Ganda