Magni magni

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

Pâte de cotylédons de niébé

Il magni magni è un prodotto tradizionale a base di una pasta cotta al vapore preparata con fagioli dall’occhio macinati. I fagioli sono sgranati e macinati e poi conditi con cipolle, olio di palma rosso, zenzero, sale, pepe e peperoncino. Con il preparato si formano delle palline che sono poi cotte al vapore. Per ottenere un buon risultato, la pentola deve essere ben chiusa e l’acqua non dovrebbe evaporare completamente. Il magni magni è solitamente servito con akassa, un prodotto derivato dall’amido di mais bollito. Le polpettine possono essere consumate da sole o con del pane. Sono molto saporite e ricche di vitamine e proteine.   L’invenzione del magni magni denota l’abilità della popolazione locale nell’esaltare i fagioli dall’occhio, un legume che prospera nelle aree tropicali come quella del Benin. Il magni magni è un esempio dei molteplici prodotti a base di fagioli dall’occhio: abobo, sankpiti, beignets, sono preparazioni non a rischio di estinzione. Il magni magni ha le sue origini nella regione sud-orientale di Ouémé, che ancora oggi ne è il luogo principale di produzione. È venduto principalmente nelle zone rurali, ma si può trovare anche in alcune città, come Porto-Novo, Parakou e Cotonou. È anche preparato in casa per il consumo familiare.   La preparazione del magni magni è molto precisa e richiede attenzione così come organizzazione nel procedimento di cottura. È una preparazione delicata che richiede molti piccoli e attenti passaggi. Molte persone oggi preferiscono prodotti dalla preparazione più rapida, c’è una mancanza di interesse per quei prodotti che richiedono abilità ma non sono particolarmente proficui. Questo significa che la produzione diffusa di magni magni è confinata alle zone rurali, e la conoscenza del metodo di preparazione rischia di andare perduta. 

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneBenin
Regione

Atacora

Altre informazioni

Categorie

Altro