Macambo

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

Il macambo (Theobroma bicolor) è un frutto, della famiglia del cacao, nativo della regione amazzonica compresa tra Perù e Colombia. È possibile incontrare questa pianta nella selva peruviana in particolare nell’area del dipartimento di Loreto. L’habitat ideale per l’accrescimento si caratterizza per una temperatura compresa tra i 25 ed i 28 gradi, precipitazioni elevate ed altitudini non superiori ai 1000 metri. Tale coltura è in grado di adattarsi a terreni non particolarmente fertili e solitamente è coltivato in sistemi agroforestali diversificati assieme a copoazú, anona, zapote, caimito, casho ed aguaje. L’albero del macambo può raggiungere un’altezza di 25-30 metri allo stato selvatico mentre le dimensioni si riducono nel caso in cui sia coltivato. La produzione fruttifera inizia dal terzo anno a partire dal trapianto definitivo e si aggira attorno ai 30 frutti annui del peso medio di 1 kilogrammo. L’epoca migliore per la raccolta coincide con il periodo compreso tra marzo e maggio, anche se ne viene effettuata una successiva nei mesi di luglio e agosto.

Sebbene non esistano varietà definite di questo frutto, le popolazioni amazzoniche distinguono due tipi principali ovvero il rugoso e il liscio. Il primo è di dimensioni maggiori ed ha una scorza più dura che evita al frutto di danneggiarsi quando cade dall’albero, mentre il secondo è più piccolo e delicato. Entrambi hanno una forma allungata e un colore che varia dal verde al giallo a seconda della maturazione.

La parte interna è formata da dei semi ovali ricoperti da una sostanza densa, fibrosa e succulenta dal sapore agrodolce che viene consumata tal quale oppure impiegata per la preparazione di succhi. I semi sono utilizzati per l’elaborazione di dolci, di una bevanda simile alla cioccolata oppure tostati. Nei mercati di Iquitos e di Nauta è comune consumare degli spiedini sui quali sono infilzati ed arrostiti i semi del macambo, un’importante fonte di calorie e minerali.
Si consuma la polpa fresca, in succhi di frutta, dolci, si producono anche cioccolato e se ne mangiano i semi tostati. Un’altra preparazione tipica è il torrone di macambo e chancaca realizzato mescolando i semi tostati con una soluzione di acqua e chancaca (un prodotto realizzato a partire dal succo della canna da zucchero).

Tale prodotto, scarsamente conosciuto e commercializzato al di fuori della sua zona di produzione, rischia di scomparire a causa della deforestazione e del cambio climatico.

Torna all'archivio >

Territorio

NazionePerù
Regione

Loreto

San Martin

Area di produzione:San Roque (Iquitos)

Altre informazioni

Categorie

Frutta fresca, secca e derivati