Lumachella

Torna all'archivio >

La lumachella è un tipo di pane a forma di chiocciola, delle dimensioni di circa 10 cm di diametro. La zona storica di produzione è Orvieto e i comuni del comprensorio, con qualche produzione occasionale nei comuni limitrofi (fino a 20/30 km di distanza). Ha un colore ambrato. E’ composta da pasta del pane (fatta con lievito naturale, acqua, sale e farina), formaggio pecorino locale, resti di maiale (pancetta o prosciutto di scarto) e strutto. Le materie prime sono tutte locali. Con l’impasto si realizza un tubo che si arrotola a forma di chiocciola. Si cuoce poi in forno per 20 minuti a 200/220°. Le lumachelle sono consumate a colazione di metà mattina o come antipasto.   Le fonti che parlano di lumachelle sono principalmente orali: il ricordo di persone anziane e di proprietari di forni. La loro produzione, nel passato, era legata alla disponibilità degli ingredienti. La pancetta era disponibile a partire da giugno, dopo la stagionatura, il prosciutto a fine ottobre. Attualmente questi prodotti sono disponibili tutto l’anno. Un tempo la lumachella era utilizzata dai contadini come cibo da tasca da portare nei campi.   Oggi le lumachelle sono acquistabili presso alcuni forni e panetterie locali. Questo prodotto rischia di scomparire perché la produzione è limitata.Foto: inorvieto.it

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • YesNo
Torna all'archivio >

Territorio

NazioneItalia
Regione

Umbria

Altre informazioni

Categorie

Pane e prodotti da forno