Laufabrauð

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

Laufabrauð è un pane tradizionale islandese che viene preparato durante il periodo natalizio. L’impasto con farina di grano bianca, che viene spesso mischiata con farina di segale o orzo, è arricchito con latte caldo, sale, e un pizzico di zucchero. L’impasto viene steso finemente e tagliato in dischi di diametro tra i 17 e i 20 centimetri. Il pane è inciso con un coltello o un cutter particolare chiamato localmente laufabrauðsjárn: l’obiettivo è creare delle trame a V di 4-5 millimetri ciascuna. Successivamente, le punte delle varie V sono tirate indietro verso la pasta. Le decorazioni che possono essere create su questo pane sono infinite, e ogni famiglia ne ha una sua personale. Il pane viene poi fritto in un grasso, raffreddato e può essere conservato per diverse settimane.

Il laufabrauð venne menzionato per la prima volta all’inizio del XVIII secolo quando ricopriva il ruolo di un pane festivo delle classi agiate, che divenne presto comune in ogni abitazione dell’Islanda settentrionale. Qualcuno dice che la sottigliezza del pane sia conseguenza dell’alto costo che aveva la farina. Nel XIX secolo diventa il pane tradizionale di Natale. Oggi il pane è tradizione in tutta l’Islanda e ha un grosso impatto sociale: le famiglie si ritrovano il giorno prima di Natale e impastano il pane, tramandando la tradizione dai nonni ai nipoti. Negli ultimi decenni, il laufabrauð industriale è diventato famoso in tutta l’Islanda, ma è fatto con un solo strato e spesso in forma rettangolare.

Il laufabrauð è servito come accompagnamento ad agnello affumicato, patate e besciamella, piselli e altre verdure. Può essere spalmato di burro o lasciato così com’è.

Foto: Slow Food i Reykjavik

Torna all'archivio >

Altre informazioni

Categorie

Pane e prodotti da forno

Segnalato da:Nanna Rögnvaldardóttir