Kajmak

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

Il kajmak è un prodotto caseario morbido e cremoso prodotto nei Balcani e in Medio Oriente. Il Kajmak bosniaco è prodotto nelle zone montane come Nevesinje , Prozor, Rama, Livno , Posušj e si distingue dagli altri poiché è preparato all’interno di un sacco di pelle di pecora. Il sapore caratteristico è dovuto alla presenza di latte vaccino locale di alta qualità e dalla specifica composizione delle erbe dei pascoli, oltre all’aroma che gli dona la pelle del sacco. Generalmente è prodotto con latte di vacca, ma può anche essere ottenuto da latte di pecora o misto (vaccino e ovino). Il kajmak fresco è conservato in botti di legno, è di colore bianco, morbido, leggermente acido, ed è facile da spalmare mentre il kajmak stagionato (in un sacco di pelle di pecora essiccata) ha colore giallo, sapore forte ed è grumoso.Il metodo tradizionale di preparazione prevede l’ebollizione del latte seguita dalla scrematura e dalla fermentazione che dura all’incirca un paio di giorni. Solitamente è servito come antipasto con formaggio, pane, carne secca e salumi o peksimeti (pasta fritta), è ottimo con patate bollite e arrostite. Molto tempo fa, quando non esistevano i frigoriferi moderni, il kajmak era l’unico modo per conservare parte delle grandi quantità di latte prodotte nella zona. Oggi invece questo cibo sta scomparendo, la maggior parte dei casari lo produce solo per autoconsumo. Dopo la guerra, solo una piccola parte della popolazione rurale ha fatto ritorno nelle campagne, la maggioranza ha cercato opportunità di lavoro nelle aree urbane, di conseguenza oggi poche persone posseggono ancora le tecniche per poterlo produrre. Inoltre la produzione non è ancora stata regolamentata e il sacco di pelle di pecora non si addice alle attuali norme igieniche.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneBosnia Erzegovina
Regione

Republika Srpska

Altre informazioni

Categorie

Latticini e formaggi