Hadong Jaeksul Cha

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

Il tè jaeksul (o “tè dalla forma di lingua di uccello”) è un tè nero fermentato locale e tradizionale dell’area di Hodong. Il nome “jaeksul” deriva dalla pronuncia locale del termine “jaksul”, che significa foglia di tè giovane. In realtà, il jaeksul si ottiene da foglie fermentate e appassite, non da foglie fresche.

Il processo di preparazione del tè jaeksul richiede che le foglie siano raccolte, lasciate appassire sotto il sole, arrotolate, lasciate fermentare a temperatura ambiente (all’esterno, al sole) e poi essiccate, di nuovo al sole. L’attivazione degli enzimi di ossidazione durante il processo di appassimento è molto diverso dai moderni processi di fermentazione. I passaggi di appassimento, essicazione al sole e fermentazione a bassa umidità sono unici e differenziano il jaeksul dagli altri tè neri. Sono utilizzate esclusivamente fonti di energia naturale, vento, sole e umidità, che rendono l’intera lavorazione ecosostenibile.

Il tè jaeksul può essere servito solo con acqua calda, oppure come “tang,” infuso con pere o mela cotogna cinese. L’infusione di tè jaeksul è di colore scarlatto chiaro e dorato e ha un sapore dolce e pulito. È un tè tradizionale che incarna lo spirito del popolo Hadong. Prima degli anni ’80, quando si diffuse l’espressione “tè verde” per indicare genericamente il tè, il jaeksul era il tè rappresentativo della regione. Si tramanda di generazione in generazione come tè fermentato tradizionale. Talvolta è usato come pianta medicinale e farmaco domestico di emergenza. Solo a maggio e giugno, quando le foglie di tè mature diventano dure, è consentito raccogliere il proprio tè per berlo o usarlo come medicina.

Il testo di una canzone popolare dell’area di Hadong recita:
"Raccolgo le prime foglie per il padrone, le foglie di mezzo per i genitori,
Le ultime foglie per il marito e le foglie morte per preparare la medicina di tè,
La conserverò per usarla quando il mio bambino ha male alla pancia,
Auguro al mio bambino di crescere senza problemi grazie al tè medicinale "
Il jaeksul è citato anche nel Dong-da-song, un libro di poesie sul tè scritto nel 1837 da Choi Sun-sa.

Oggi che il mercato coreano del tè è invaso da prodotti importati e che altre tipologie di tè acquistano popolarità, il tè jaeksul sta perdendo quote di mercato. I produttori che preparano il jaeksul per usi medicinali (per curare problemi di stomaco in inverno) stanno invecchiando. Se l’attuale situazione perdura, i produttori di jaeksul probabilmente rinunceranno alla produzione di tè per motivi economici.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneCorea del Sud
Regione

Gwangju

Altre informazioni

Categorie

Tè e infusi