Hab’ el Aziz

Torna all'archivio >

Loz el ard

Gli hab’ el aziz, o loz el ard, sono tuberi commestibili, talvolta chiamati frutti o cereali, che si trovano all’estremità del sistema radicale dello zigolo dolce (Cyperus esculentus), una pianta simile a quelle della famiglia del papiro. Il Cyperus esculentus, chiamato anche cifero, cresce spontaneamente come pianta selvatica, ma può anche essere coltivato.
Esistono testimonianze della sua coltivazione in Egitto dal V millennio a.C. ed è un’importante fonte di nutrimento. Gli antichi egizi usavano la pianta per moltissimi scopi, anche medici, e semplicemente per masticarla.
Una sola pianta è in grado di produrre centinaia di tuberi in una sola stagione. Con le temperature più fredde, foglie, radici, rizomi e bulbi muoiono, ma non i tuberi.
L’hab’el aziz è piccolo e rotondo, simile a una noce, e il centro è morbido, dolce e dal sapore nocciolato. Normalmente è preparato per le madri che allattano visto l’elevato valore nutrizionale. Può essere consumato crudo o cotto, o come latte o olio di zigolo. Se usato essiccato, viene immerso in acqua per reidratarlo.
Tradizionalmente, durante i mesi invernali gli hab’el aziz erano venduti dalle auto presso i mercati locali come spuntino. L’arrivo di dolci, caramelle e cibo spazzatura che li hanno sostituiti ne hanno ridotto il consumo.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • YesNo
Torna all'archivio >

Territorio

NazioneEgitto
Regione

Gharbia

Ismailia

Kafr el-Sheikh

Altre informazioni

Categorie

Ortaggi e conserve vegetali

Segnalato da:Sara El Sayed