Grano bianco di Sonora

Torna all'archivio >

Il grano bianco di Sonora è un grano tenero invernale coltivato soprattutto nella regione di Sonora in California. E’ anche conosciuto con i nomi: Kno, Trigo Flor, Flor de America, Trigo Mota o Sonora Blanca e Olas Pilcañ in Pima. Come un grano invernale, è piantato e germoglia in autunno, da settembre fino a dicembre prima che la temperatura scenda sotto lo zero. La pianta a questo punto va in ibernazione fino a primavera, quando riprende a crescere e maturare, fino a luglio quando è finalmente pronta per il raccolto. I grani sono tondi e quasi opachi, hanno un colore chiaro con una sfumatura di rosa. La pula di grano (o ‘glume’) è bruna-rossastra, e protegge i chicchi all’interno. Il grano è classificato come un grano morbido, facile da macinare e migliore per l’utilizzo in pasticceria grazie al suo basso contenuto di proteine. Quando viene macinato, produce una farina bianca. Il grano si è adattato alle condizioni della costa sud-occidentale compresi Baja, il deserto di Sonora e la California, e a un clima semi-arido. E’ una pianta rustica, resistente alla siccità, al freddo, alle malattie. Tradizionalmente, la farina è stata usata nel preparare la pasta per le tortillas, che a loro volta sono state utilizzate per i burritos e i chimichangas, riflettendo l’influenza della cultura messicana nella regione di coltivazione. Inoltre, l’intero chicco allo stato naturale è utilizzato anche in piatti tradizionali come i pinole, il porridge e il posole, oltre che per preparare alcune birre di frumento. Il grano bianco di Sonora si pensa sia stato portato nel deserto di Sonora da Padre Lorenzo de Cardenas tra il 1640 e il 1650. Durante questo periodo, Cardenas fornì il seme alla popolazione Eudeve, che iniziò a propagare il grano nei pressi del villaggio rurale di Tuape, non lontano dal confine attuale tra Stati Uniti e Messico. In origine, questo grano era utilizzato per la produzione del pane della comunità, e presto divenne un alimento base per gli abitanti della regione. Il grano bianco di Sonora era importante come coltura rotazionale, era utilizzato per rinnovare l’azoto e i sali minerali nel terreno. La popolazione crebbe in fretta e iniziò a esportare il grano verso est, nel Midwest e verso la costa orientale. Il grano di Sonora aiutò a sfamare i soldati sia dell’Unione che dei Confederati durante la guerra civile. Questa varietà è alla base dell’uso della farina di grano (e non di mais) nelle tortillas in quella che è considerata come la ‘cucina della terra di confine’, riferendosi alla zona tra il nord-ovest del Messico e il sud-ovest degli Stati Uniti. Il grano è anche stato usato come parte del gene per la selezione del Sonora 64, una pianta che è stata coltivata dal premio Nobel Norman Borlaug ed è stato uno dei primi impianti nella Rivoluzione Verde. Questa nuova varietà ha perso il gusto e la consistenza della varietà originale. La creazione del Sonora 64 stimolò il declino commerciale dell’originale grano bianco di Sonora negli anni 1970 e 1980, in quanto vi era una certa confusione tra gli agricoltori in materia di differenziazione tra la nuova Sonora 64 e la varietà originale. Questo ha causato la quasi totale scomparsa della coltivazione dal paesaggio. Recentemente, ci sono stati numerosi sforzi per comprendere e preservare la ricca storia culturale e regionale legata al grano bianco di Sonora. Oggi, il grano persiste in alcuni villaggi rurali e sta conoscendo una lieve ripresa tra i panificatori artigianali della regione grazie al suo sapore dolce che ricorda le nocciole. Inoltre, i gruppi di CSA (letteralmente Community Supported Agriculture, gruppi di acquisto) stanno formando lentamente un bacino di consumatori disposti a pagare un prezzo equo per questo grano.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • YesNo
Torna all'archivio >

Territorio

NazioneStati Uniti
Regione

California

Altre informazioni

Categorie

Cereali e farine