Formaggio tradizionale Kemariya o Takkmerit

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

Il kemariya è un formaggio tradizionale a base di latte caprino che la popolazione berbera del posto chiama anche takkmerit. All’occorrenza si può utilizzare anche latte di dromedario, ma questa variante risulta piuttosto rara. A prepararlo secondo una ricetta ancestrale sono tradizionalmente le donne Wilayate delle regioni di Gherdaia e Naama, nell’Algeria meridionale. Partendo da una base di latte crudo, le donne aggiungono sale e scaldano il composto per dare inizio al processo di coagulazione. Il latte viene rimestato e poi scolato su un arco di tempo che va dai 30 minuti alle 24 ore. Il formaggio assume la sua forma definitiva dopo essere stato premuto in uno stampo di forma tonda e piatta. Il prodotto finito presenta una consistenza molto liscia e un colore bianco.   Il kemariya si consuma tutto l’anno, ma è particolarmente apprezzato in occasione di festività religiose come il Mawlid o il Ramadan. Di solito viene offerto agli ospiti di riguardo accompagnato a tè o pane. Un tempo si trovava in vendita soltanto nei mercati tradizionali, ma oggi il kemariya sta conoscendo una popolarità sempre maggiore in tutta l’Algeria, dando luogo alla moltiplicazione dei produttori e dei punti vendita. Le versioni industriali di questo formaggio, però, sono preparazioni a base di latte vaccino, sostituito al latte di capra senza che la denominazione cambi. Intorno alla metà degli anni duemila, secondo le stime, la produzione annua si aggirava sui 6.800 chili. Oggi il kemariya tradizionale rischia di scomparire per via della crescente diffusione di varietà industriali o semi-industriali di qualità inferiore.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneAlgeria
Regione

Ghardaia

Naâma

Area di produzione:

Altre informazioni

Categorie

Latticini e formaggi

Comunità indigena:Wilaya