Formaggio di Ormea

Torna all'archivio >

Il formaggio di Ormea (o Ormea) è un formaggio a latte crudo vaccino e caprino in proporzione variabile secondo disponibilità. E’ un formaggio tipico di Ormea e dei pascoli che la circondano oltre i 900 metri di quota. Gli Alpeggi noti sono Stanti, Costa Prà, Archetti, Pian Cavallo, Costa Bella e Viozene Pian Rosso. E’ prodotto solo d’estate ed è in vendita a partire da settembre. La lavorazione è uguale a quella del più noto raschera d’alpeggio Dop.Il latte viene scaldato a 36°, si aggiunge caglio animale e segue una prima rottura della cagliata. La cagliata, della dimensione di una nocciola, è spurgata del siero e subisce una seconda rottura con successiva pressatura e salatura a secco. Il formaggio ha forma cilindrica con diametro di circa 25 cm e pezzatura di circa 5/7 kg con scalzo di 8/10 cm.Si produce sia fresco che stagionato, il primo ha pasta tenera, morbida, senza occhiature, con sentore di latte appena munto e sapore dolce. Dopo la stagionatura in grotta il formaggio assume un aspetto più compatto e asciutto e un caratteristico sapore forte e piccante. Questa versione, con crosta piuttosto spessa e dura, si accompagna bene con gli ‘sciancui’ una pasta locale a base di patate. L’Ormea rischia di scomparire a causa dell’abbandono delle montagne. Lo sfruttamento dei territori montani penalizza la produzione di formaggio a vantaggio degli altri utilizzi, per ottenere maggiori contributi comunitari. Si riscontrano gravi difficoltà legate alle bassissime rese. Con la salvaguardia di questo formaggio si potrebbero tutelare le razze bovine autoctone, generalmente poco produttive.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • Yes   No
Torna all'archivio >

Territorio

NazioneItalia
Regione

Piemonte

Altre informazioni

Categorie

Latticini e formaggi

Arca del GustoI prodotti tradizionali, le razze locali, i saperi raccolti nell'Arca del Gusto appartengono alle comunità che li hanno preservati nel tempo. Sono stati rintracciati e descritti grazie all'impegno della rete che Slow Food ha sviluppato in tutto il mondo con l'obiettivo di conservarli e diffonderne la conoscenza. I testi delle schede possono essere utilizzati, a fini non commerciali, senza modificarne il contenuto e citandone la fonte, ma esclusivamente per scopi coerenti con la filosofia di Slow Food.