Fiori di cactus Cholla

Torna all'archivio >

Cholla, Ciolim, Tasajo

I boccioli di fiore di cactus Cholla (localmente chiamati anche ciolim se verdi o gialli, oppure kokaw o hanam se rossi) sono un alimento del deserto che viene raccolto a mano. Si tratta di una tradizione culinaria nota a pochi al di fuori degli abitanti del deserto Sonoran, nella zona sud occidentale degli Stati Uniti e nord occidentale del Messico, e sono particolarmente utilizzati dalla comunità Tohono O’odham. I cactus Cholla si sono ben adattati al loro habitat naturale, a 600-1300 metri sopra il livello del mare, e sono capaci di sopportare mesi o addirittura anni di siccità, producendo al contempo due chili e mezzo di cibo per pianta ogni primavera. Il Cholla Rhamnus e il Cholla Licopodio rappresentano le varietà più raccolte, nonostante ce ne siano molte altre. Questi cactus sono simili per quanto riguarda l’aspetto, fioriscono in primavera, entrambi con fiori dai colori e dalle sfumature che vanno dal verde-marrone al viola, e dal rosso al giallo aranciato. Le preferenze nel raccogliere boccioli di specie differenti variano a seconda della comunità. Alcuni preferiscono il Cholla Licopodio perché è più facile rimuovere le spine, azione più complessa per quanto riguarda le spine del Cholla Rhamnus. Il Cholla pencil, più raro degli altri, è più sottile e produce boccioli grandi nelle zone sparse dove cresce, mentre il Cholla Argentato è spesso utilizzato in Arizona occidentale. I boccioli sono tradizionalmente raccolti prima che i fiori si aprano, durante il mese di su’am masad (mese giallo), che cade in aprile. I boccioli di Cholla erano spesso cotti allo spiedo durante il periodo che i Tohono O’odan chiamano ko’oak macat (la luna dolorosa), periodo d’inizio primavera durante il quale le scorte di cibo scarseggiavano. Oggi i boccioli sono ancora arrostiti o bolliti, ed hanno un sapore simile a quello delle punte di asparago con una leggera nota al limone che varia secondo la varietà. I boccioli di Cholla possono essere utilizzati in molte ricette, insalate, torte salate e piatti tradizionali come il ‘pastel de elote’ e i ‘nopales’. I boccioli freschi possono essere essiccati per poi essere ammollati e cucinati. In questo modo acquistano una consistenza simile a quella dei cuori di carciofo. Da un punto di vista storico, la raccolta e la preparazione dei boccioli di cholla radunavano comunità estese, che portavano supporto e partecipavano a cerimonie, preghiere e celebrazioni. Le comunità indigene gli utilizzano da centinaia, se non migliaia di anni, come testimoniano gli scavi che hanno ritrovato forni ipogei in terracotta. La cultura Tohono O’odham presenta molte storie e canzoni legate ai boccioli cholla. Una delle canzoni consiglia di svegliarsi presto al mattino per raccogliere i boccioli prima che li prenda il coyote. Molti credono di dover raccogliere più boccioli possibile per mostrare gratitudine al dio I’itoi, che li creò e li donò alla popolazione. I boccioli cholla sono anche tradizionalmente utilizzati per uso medico dai Tohono O’odham. Sono d’aiuto nel trattamento dell’osteoporosi ed erano considerati un cibo essenziale per le madri nella fase dell’allattamento. Infatti, i boccioli cotti contengono 3200mg di calcio in 100g di boccioli. Grandi quantità di zuccheri complessi e di carboidrati aiutano a rallentare il rilascio di zuccheri nel sangue durante la digestione, rendendo i boccioli un metodo importante per ridurre la dipendenza da insulina nel trattamento del diabete di tipo 2. I boccioli essiccati sono disponibili in piccoli pacchetti di 115g circa da poche fonti, solitamente solo dopo la stagione di raccolta di aprile e maggio. Alcune annate non saranno produttive e la fornitura sarà limitata o non disponibile. A causa della difficoltà di raccolta e preparazione, i boccioli di cholla sono molto costosi. La raccolta famigliare di boccioli negli Stati Uniti è scesa dal 1930 al 1990, ma le ultime decine di anni hanno visto un risveglio di questa tradizione nativa americana, insieme all’interesse di alcuni non-nativi, in particolare dopo i recenti studi sulla loro importanza nella prevenzione e la cura del diabete. Il bocciolo di cholla è un alimento poco apprezzato e poco conosciuto, a causa dell’erosione dei saperi tradizionali e l’aumento di uno stile di vita occidentalizzato nella regione. La raccolta, la preparazione, la conservazione e le tecniche di cottura potrebbero andare perse per le generazioni future. Lo sviluppo territoriale nella zona include anche lo smaltimento dei cactus cholla e le popolazioni non native faticano a comprendere gli usi culinari di questo bocciolo.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • YesNo
Torna all'archivio >

Territorio

NazioneStati Uniti
Regione

Arizona

California

Altre informazioni

Categorie

Altro