Fasol de Lago

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

Il fasol de Lago è un ecotipo della varietà cannellino che si coltiva in un territorio alquanto ristretto della cosiddetta Vallata, ovvero la zona a ridosso delle Prealpi Trevigiane alla sinistra del Piave.

Conosciuto anche come mama alta o bonel, viene coltivato seguendo delle semplici regole: prima della semina, il terreno viene preparato attentamente dai contadini che poi andranno a sistemare i tutori indispensabili per dare sostegno alla pianta durante la crescita. La semina avviene nella prima quindicina di maggio mentre la raccolta di questo legume da secco avviene a settembre e continua fino ai primi giorni di novembre. Dopo la raccolta, i fagioli vengono sgranati e messi a congelare per evitare insetti che potrebbero rovinarli. Il fasol de Lago ha una forma abbastanza allungata e leggermente appiattita, è di colore crema che può sfumare verso il marrone. Le dimensioni sono di circa 17,5 mm e ogni baccello contiene 6 o 7 semi.
Il fasol de Lago ha una buccia particolarmente tenera, dunque risulta ideale per preparare minestre ed insalate. Inoltre è molto digeribile. Il gusto è particolare, donato proprio dai terreni morenici della Vallata.

In passato il fasol de Lago era coltivato da un buon numero di contadini, che abbandonarono nel tempo questa coltivazione introducendo nei loro orti altre tipologie di legumi. All’inizio degli anni Duemila si è costituita un’associazione “I Amighi del fasol de Lago” che ha recuperato le sementi da alcuni vecchi contadini ed organizza ogni anno a fine aprile la festa della semina nella località di Revine che dà il nome proprio al fagiolo, Lago appunto.
La produzione non è elevata e molto spesso non riesce a soddisfare la domanda; una parte del raccolto viene venduta ad un paio di osterie della zona.

L’attività di ricerca necessaria a segnalare questo prodotto nel catalogo online dell’Arca del Gusto è stata finanziata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Direzione Generale del Terzo Settore e della Responsabilità Sociale delle Imprese  – avviso n° 1/2018 “Slow Food in azione: le comunità protagoniste del cambiamento”, ai sensi dell’articolo 72 del codice del Terzo Settore, di cui al decreto legislativo n 117/2017

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneItalia
Regione

Veneto

Area di produzione:Vallata (provincia di Treviso)

Altre informazioni

Categorie

Legumi

Segnalato da:Alice Pettenò