Fagiolo a pisello del lago del Turano

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

Il fagiolo a pisello è un ecotipo di Phaseolus vulgaris che si coltiva sulle pendici delle montagne che circondano il lago del Turano, nella provincia di Rieti. Più precisamente, il fagiolo viene coltivato in piccoli terreni di meno di un ettaro a circa 900 metri sul livello del mare. Questi terreni, gestiti da contadini, sono impervi e si caratterizzano per forti pendenze; i suoli ivece sono di natura calcarea, argillosi- sabbiosi nonché ricchi di materia organica.

Il terreno in cui si coltiva il fagiolo a pisello vengono preparati alla fine di inverno, attraverso delle arature a media profondità. Al momento della semina, tra maggio e giugno, alcuni contadini praticano una lieve concimazione così da agevolare una crescita veloce alle prime piantine.
La pianta ha portamento rampicante e può raggiungere i 3 metri di altezza. Questo portamento si facilita guidando gli steli attorno al palo di sostegno, evitando così che si intreccino e favorendo l’ombra tra le piante.

Il fagiolo a pisello presenta una forma rotonda, che ricorda un pisello, ha un gusto molto delicato e dalla consistenza pastosa. Una delle caratteristiche peculiari di questo fagiolo è la buccia resistente, poiché non si separa dal seme dopo la cottura. Si cucina in minestra, oppure assieme a piatti carne stufata oppure in insalata. La conservazione tradizionale avviene in barattoli di vetro oppure in sacchi.

Il fagiolo a pisello si coltiva da svariati decenni in quest’area e non si hanno notizie precise sulla sua introduzione. Tra gli anziani contadini si racconta che il seme sia stato introdotto a Colle di Tora da una signora emigrata in Sud America durante i primi anni del Novecento e che di ritorno dalle Ande portò con sé un sacchetto di fagioli bianchi. Secondo altri invece, la donna avrebbe portato i fagioli dal Brasile. Il fagiolo a pisello si trova in vendita quasi ed esclusivamente nei mercati locali nell’area del lago di Turano. .

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneItalia
Regione

Lazio

Area di produzione:Colle di Tora

Altre informazioni

Categorie

Legumi

Segnalato da:Gabriella Cinelli