Fagiolino meraviglia di Venezia

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

Nelle isole di Sant’Erasmo e Le Vignole, così come in altre zone della laguna nord, si coltiva una varietà antica: il fagiolino meraviglia di Venezia. Esistono citazioni su questa varietà in alcuni documenti conservati nell’Archivio di Stato di Venezia, come ad esempio alcuni catasti austriaci oppure in documenti relativi ai terreni agricoli della fine dell’Ottocento.

Questa varietà si presenta con un baccello piuttosto piatto, lo spessore infatti è molto sottile, privo di filo e di colore giallo molto chiaro. Se ne coltivano due tipologie: quella rampicante, il cui baccello raggiunge i 16-18 centimetri oppure il nano che ne misura solo 10. I semi all’interno possono essere neri oppure marroni quando il fagiolino raggiunge la maturazione completa. Nonostante le dimensioni, i fagiolini meraviglia risultano particolarmente teneri e si spezzano molto facilmente. È una verdura che si produce in tarda primavera o ad inizio estate; la raccolta può cominciare a maggio e viene svolta manualmente con estrema cura e delicatezza data la fragilità che caratterizza questa varietà.

Il fagiolino meraviglia di Venezia è una produzione abbastanza di nicchia, infatti è reperibile solamente presso i pochi produttori rimasti nelle isole. Inoltre, essi risultano molto rari da trovare nei ristoranti. Si consumano lessati, in umido col pomodoro, nei minestroni oppure in insalata.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneItalia
Regione

Veneto

Altre informazioni

Categorie

Legumi

Segnalato da:Alice Pettenò