Castagna americana

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

Quasi un secolo fa, il castagno americano (Castanea dentata) era molto diffuso sui pendii delle colline degli Stati Uniti orientali. Si stima che di questo albero molto alto (spesso arriva quasi a 30 metri di altezza) e prolifico si contasse un esemplare ogni quattro alberi delle foreste degli Appalachi. La sua castagna era un alimento ampiamente consumato da molti nativi americani e dai primi coloni. Ogni albero produce ogni anno fino a 6000 castagne, di colore marrone vellutato e dal sapore dolce. Ne era ricavata una farina usata per preparare il pane, oppure erano arrostite e aggiunte a stufati e zuppe.

Con l’arrivo del letale fungo Cryphonectria parasitica, scoperto la prima volta presso il Bronx Zoo all’inizio del XX secolo, negli anni ‘50 questo grosso albero robusto fu quasi interamente decimato. Nel 1983 è iniziato il recupero di questa imponente bellezza della natura con la creazione della American Chestnut Foundation. La fondazione ha avviato un rigoroso progetto di riproduzione che richiederà 30-50 e, si spera, produrrà alberi resistenti al fungo.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneStati Uniti
Regione

Northeastern US

Altre informazioni

Categorie

Frutta fresca, secca e derivati