Caiano

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

La pianta, importata in Argentina Settentrionale dagli Spagnoli, è alta circa 2-3 m e produce mazzi di fiori gialli due volte all’anno. Il frutto si sviluppa in baccelli pelosi contenenti da 4 a 6 fagioli appiattiti, con un diametro di 6mm e sfumature di marrone, nero, rosso o color crema, talvolta con macchie scure.   Questi fagioli sono usati per la normale alimentazione umana, preparati in minestre o porridge, essiccati o trasformati in farina.  I fagioli ancora acerbi possono essere usati in insalate o per fare conserve. Possono essere usati anche per nutrire il bestiame. Il Kumada yvyra’i ha un contenuto di proteine pari al 20% della sua composizione generale e contiene anche una buona dose di lisina e metionina.   Questo fagiolo non è coltivato o commercializzato in Argentina, ma raccolto nelle foreste in cui cresce spontaneamente. Il consumo non è molto diffuso ed è solitamente più frequente tra gli indigeni e le comunità rurali. Tra le giovani generazioni, questa specie è poco conosciuta come prodotto per il consumo, nonostante sia stato storicamente usato come risorsa alimentare nell’area. 

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneArgentina
Regione

Jujuy

Salta

Altre informazioni

Categorie

Legumi

Comunità indigena:Wichí, Toba