Caffè barako

Torna all'archivio >
Caffè barako

Kapeng barako

Il caffè barako (Coffea liberica) prende il nome dalla parola Tagalog “cinghiale selvaggio” (barako), che sono particolarmente ghiotti delle foglie e delle bacche di questa pianta. Questa varietà di caffè cresce ad altitudini di circa 300 metri sopra il livello del mare e gli alberi, che si impollinano autonomamente, possono crescere fino a 20 metri. Le bacche prodotte da questa pianta sono più grandi di quelle che si trovano sugli alberi di Coffea arabica. La forma dei chicchi di caffè non è simmetrica, il che è una caratteristica unica tra le quattro specie commerciali (arabica, robusta, excelsa e liberica). Un lato è più basso dell’altro, che crea un “punto” distintivo o gancio alla base. Il solco nel mezzo è generalmente seghettato e non lineare come nelle altre specie di caffè. Il caffè barako ha un gusto forte ed un sapore con un distintivo aroma pungente. Può essere bevuto nero o addolcito con zucchero o miele. Può essere bevuto da solo o miscelato con altre varietà di caffè. Il caffè barako fu inizialmente piantato in Batangas, Luzon, nelle Filippine dai frati spagnoli nel diciottesimo secolo. La varietà si diffuse in tutta Batangas e fu esportata negli Stati Uniti all’inizio del diciannovesimo secolo. A un certo punto, nel diciannovesimo secolo, le Filippine erano il quarto più grande produttore di caffè al mondo. Nella provincia di Batangas, il caffè è utilizzato come alternativa alla zuppa (sabaw) come parte di un piatto locale a base di riso. Solitamente è utilizzato quanto si consuma un pesce essiccato del lago Taal, o altri pesci fritti o essiccati. Il caffè barako sta lentamente scomparendo dalle tenute ma anche dal mercato. Gran parte del prodotto è consumata a livello locale e non è esportata. Non è una varietà di caffè comune, e oggi conta per meno dell’1% di caffè coltivato per scopi commerciali. Poiché la pianta è più grande di altre varietà di caffè, richiede più terreno per produrre la stessa quantità di caffè. Perciò molti agricoltori sono passati alle piantagioni di robusta (Coffea canephora), più comune e meglio conosciuta dai bevitori di caffè internazionali, per soddisfare le richieste di coloro che, a livello internazionale, lavorano il caffè per la vendita commerciale.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • YesNo
Torna all'archivio >

Territorio

NazioneFilippine
Regione

Calabarzon (Region IV-A)

Area di produzione:Provincia di Batangas

Altre informazioni

Categorie

Caffè

Segnalato da:Pacita Juan