Brežanka

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

Brežanka è il nome storico di un vino originario della zona del Breg, in Friuli-Venezia-Giulia, realizzato da una vigna mista comprendente fino a una ventina di varietà di uva a bacca bianca, alcune persino sconosciute: Malvasia Istriana, Vitovska e Glera, Friulano, Riesling, Sauvignon, Pinot Bianco, Ribolla, Klarnca, Pinela, Poljsakica. La bravura dei vignaioli storici risiedeva proprio nel saper individuare varietà di uva che potessero maturare all’incirca nello stesso periodo. La sua origine è legata alla necessità di preservare almeno una parte del raccolto in caso di maltempo, gelate e malattie.

La Brežanka è un vino molto intenso e di grande persistenza, caratterizzato da note floreali e fruttate. Il sapore è complesso, con sensazioni di sapidità e un retrogusto speziato persistente.

La zona del Breg e di Muggia comprende il territorio centro meridionale della provincia di Trieste, che si estende dal margine del Carso triestino fino alla linea costiera. Il territorio si contraddistingue per un substrato roccioso con presenza di terreno marnoso-arenaceo (il cosiddetto flysch), una terra gialla che si differenzia sensibilmente da quella carsica. Questo tipo di terroir dona ai vini colori decisi, percezioni olfattive complesse, ricchezza d’alcol e prodotti longevi.

L’attuale zona del Breg corrisponde all’antica Valle di Mucho, una regione caratterizzata da una cultura millenaria e una tradizione agricola secolare. Fin dal passato, infatti, la viticultura in particolare costituiva la principale attività economica della regione. Diversi documenti attestano la presenza del Brežanka a partire dal 1700, periodo in cui era commercializzato in Stiria e Carniola. Sempre a questo periodo risalgo le testimonianze di due importanti poeti sloveni, Valentin Vodnik e France Prešeren, molto amanti del vino del Berg che degustavano sia a Lubiana che a Vienna. Alcuni documenti storici, inoltre, confermano la vendita del Brežanka nei mercati viennesi e presso la corte asburgica. Oggi, vi sono alcune persone che hanno ripreso in mano il mestiere dei loro avi e hanno portato la vinificazione ad alti livelli. Nel corso dei secoli, infatti, le vigne di Brežanka sono gradualmente scomparse. Oggi, sul lato italiano della zona, rimane un unico produttore che da qualche anno ha salvato e recuperato le piante di una vigna storica riavviandone la produzione. Anche in Slovenia si conservano poche tracce di questa antica tradizione che rischia di scomparire completamente.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneItaliaSlovenia
Regione

Friuli Venezia Giulia

Altre informazioni

Categorie

Vino e vitigni

Segnalato da:Francesca Baldereschi